Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Epifani, Renzi e Grillo in Sicilia orientale per i ballottaggi di domenica e lunedì
di Redazione

Interessati i comuni di Messina, Siracusa e Ragusa, insieme ad una ventina di altri comuni minori, tra cui Modica. Il segretario nazionale del Pd: “Renzi è una risorsa del Partito democratico e del Paese”

Tags: Elezioni 2013, Ballottaggi, Matteo Renzi, Beppe Grillo, Epifani



CATANIA - Con i ballottaggi domenica 23 e lunedì 24 giugno in Sicilia, arrivano nella parte orientale dell’Isola i big, considerato che bisogna ancora assegnare le poltrone ai sindaci di Messina, Ragusa e Siracusa.

Già ieri è approdato a Catania Epifani. "Perché bisogna inventare contrapposizioni quando non ci sono? Renzi è una risorsa del Partito Democratico, una risorsa del Paese. Lui stesso ha sempre detto che non intende assolutamente far nulla contro Letta ed il suo Governo. Quindi la risposta l'ha data già lui" ha dichiarato il segretario del Pd rispondendo nella città etnea alla domanda di un giornalista che gli ha chiesto di commentare le "contrapposizioni tra il governo, il Pd e Renzi". Epifani ieri è stato pure nel tardo pomeriggio a Villa Di Pasquale a Ragusa e in serata al Belvedere di Siracusa.

Ed è diventato quasi un caso all'interno del Pd messinese l'annuncio che a chiudere la campagna elettorale del candidato sindaco del centrosinistra, Felice Calabrò, sarà a Messina oggi proprio Matteo Renzi: i 'renziani' della città dello Stretto pare non ne fossero stati informati, e da mesi sono in rotta di collisione con la dirigenza provinciale del partito. I renziani messinesi Alessandro Russo e Francesco Quero infatti si sono anche candidati alla presidenza di alcune circoscrizioni con delle liste civiche contro il Pd e in alleanza con le liste dell'altro candidato sindaco del ballottaggio Renato Accorinti. In una conferenza stampa, Quero e Russo hanno affermato di aver appreso solo dalla stampa dell'arrivo di Renzi in città, e hanno chiesto al loro leader di non venire a Messina in quanto esclusi da tutte le scelte politiche del Pd.

"Restiamo all'interno del Pd - hanno spiegato i renziani messinesi - ma vogliamo cambiarlo così come Renzi intende fare a livello nazionale; probabilmente, quando è stato contattato non era al corrente di quanto è accaduto in città, dove siamo stati vessati e emarginati dalla dirigenza del Pd". Sul caso è intervenuto anche il candidato sindaco di 'Cambiamo Messina dal basso', Renato Accorinti.

"La politica spesso non ha né memoria né coerenza. Non fa eccezione neanche un 'campione' del rinnovamento come Matteo Renzi, che durante la campagna per le primarie del Pd, nel novembre scorso, ha ripetutamente e in modo inequivocabile detto no all'alleanza con l'Udc, specie quella siciliana, tanto da suscitare le ire di Giampiero D'Alia (Udc), che lo definì addirittura un cialtrone". "Ora Matteo Renzi - scrive ancora Accorinti - viene a Messina per chiudere la campagna elettorale di Felice Calabrò, che guida una coalizione in cui spicca l'Udc: quella stessa Udc con cui non bisognava fare nessun accordo, nessun inciucio".
La scaletta di Renzi in Sicilia è stata resa nota da Davide Faraone, deputato palermitano del Partito democratico: "Renzi alle 10 sarà a Modica, alle 12 a Comiso, poi alle 15 a Siracusa, per finire alle 17,30 a Messina - annuncia il deputato - per sottolineare il suo impegno a favore dei candidati di centrosinistra che si misureranno con il ballottaggio". 

Beppe Grillo, invece, è approdato a Ragusa per stare "due giorni a contatto con cittadini, agricoltori, allevatori e rappresentanti delle categorie produttive", ma sopratutto per sostenere Federico Piccitto, candidato sindaco del Movimento cinque stelle al Comune, nel ballottaggio di domenica e lunedì prossimi.

Ieri e oggi per Grillo giri per la città che porteranno Grillo a stare "gomito a gomito con la gente" ad incontrare i rappresentanti delle varie categorie produttive. La prima apparizione pubblica ieri pomeriggio al City di Villa Margherita. Il clou delle manifestazioni sarà oggi alle 21 con il comizio di Piccitto e degli assessori in pectore con la presenza di Beppe Grillo.

Articolo pubblicato il 21 giugno 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus