Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Affitto casa per vacanze: giù i prezzi, soprattutto in Sicilia
di Valentina Forza

I proprietari non vogliono perdere entrate e abbassano i prezzi dell’affitto sulla casa per vacanze. Nell’Isola si arriva anche a meno 29% in alta stagione

Tags: Turismo, Vacanza, Sicilia



I prezzi d’affitto delle case vacanza sono in calo rispetto all’anno scorso, anche nelle località marittime più gettonate d’Italia. Il portale Soloaffitti ha elaborato uno studio incentrato proprio sulle oscillazioni dei prezzi, notando un calo medio nazionale del 9% nei periodi di alta stagione. Ottima notizia per i turisti, che già hanno optato per una tipologia di vacanza low cost e, in più, potranno risparmiare ulteriormente sul costo finale. Notizia un po’ meno buona per i proprietari delle case vacanza, che magari hanno deciso qualche anno fa di investire nel mattone richiedendo un mutuo per coprire le spese d’acquisto.
 
Del resto, per non perdere potenziali affittuari ed evitare insolvenze nella restituzione delle rate dei finanziamenti sottoscritti, quella di abbassare drasticamente i prezzi dei soggiorni sembra l’unica possibilità per chi possiede un appartamento in una località marittima.
 
La Sicilia non può dirsi esclusa da questo fenomeno. Anzi, facendo un confronto con un’altra zona molto ambita per le vacanze, la Sardegna, si può notare come la Sicilia sia proprio tra le regioni con le maggiori contrazioni nel mercato degli affitti. Se a Olbia, ad esempio, una casa per una settimana costerà il 10% in meno rispetto all’anno precedente (in bassa stagione), a Taormina il calo sarà invece del 24% in bassa stagione e del 29% in alta.
 
I locatori siciliani, fortunatamente, potranno ancora contare sulle preferenze dei turisti in fatto di mete prescelte. La storia, la cultura e i panorami dell’Isola continueranno infatti ad attrarre la maggioranza dei viaggiatori (che sono comunque disposti a pagare, per una settimana di villeggiatura, dai 300 ai 600 euro). Insieme alla Sicilia, tra le località più ambite d’Italia ci sono la riviera romagnola, la Sardegna, la Puglia, le Marche e la Toscana.
 
Infine, un piccolo focus sui locatari. Il numero maggiore di richieste arriva per trascorrere al mare il periodo che include Ferragosto; seguono l’ultima settimana di giugno e quella di luglio. Solitamente, le case vacanze sono scelte soprattutto da famiglie e da gruppi di amici, che possono contare sulla comodità di un appartamento e sui prezzi ridotti, magari per poter concentrare le spese sul divertimento o il relax.
 
Le case vacanze al mare sono la meta di chi lascia volentieri la città nelle settimane più calde dell'anno. Lo dimostrano i dati sulla provenienza dei locatari: il 68% sono italiani, principalmente da Milano, Roma e Torino; il 10% sono stranieri (da Austria, Germania e Russia). Solo il 22% degli italiani cerca una casa nella sua stessa regione di provenienza.

Articolo pubblicato il 25 giugno 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus