Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Su Crocetta incombe la mozione di censura
di Raffaella Pessina

D’Asero (Pdl) e Di Mauro (Pds-Mpa): “Solo annunci straordinari, niente fatti”. Il governatore plaude al lavoro sulla spending review all’Ars

Tags: Ars, Rosario Crocetta



PALERMO - La Commissione parlamentare Ars per la “spending review” ha incontrato il presidente della Regione Crocetta, che si è congratulato per il lavoro fatto dai componenti e dal presidente Antonello Cracolici.

“La Regione Siciliana - ha detto Crocetta - con la proposta della commissione, si adegua al decreto Monti dal punto di vista finanziario, ribadendo il principio della propria autonomia organizzativa, in coerenza con lo Statuto regionale”. Il documento comunque non è stato ancora reso noto. Ieri mattina invece in Commissione ‘Ambiente e Territorio’ dell’Ars, Vincenzo Vinciullo, del Pdl, ha denunciato gravi inadempienze della Regione sul Piano di risanamento della qualità dell’aria.”I dati dell’ultimo monitoraggio Arpa, pubblicati a metà maggio – ha spiegato Vinciullo – dimostrano come l’aria sia particolarmente insalubre, soprattutto in molti centri urbani dell’Isola dove i tassi d’inquinamento sono al di là di ogni limite consentito dalla legge”. “Ancor più grave – ha aggiunto Vinciullo – che sulle aree urbane a maggior rischio, a ridosso degl’insediamenti industriali come Gela e Caltanissetta, non è stato fornito, ad oggi, alcun dato”. “Il Governo, che è l’eterno assente – ha concluso Vinciullo - poiché snobba, sistematicamente, Aula e Commissioni, ha il dovere istituzionale di riparare subito a questa grave inadempienza predisponendo un Piano regionale di risanamento della qualità dell’aria, in linea con le direttive dell’Unione Europea, che non sia come quello del 2007, bocciato dall’UE, perché fotocopia del Piano della Regione Veneto del 2000 e, soprattutto, a salvaguardia della salute dei cittadini”.  A proposito dell’assenza dell’Assessore in Commissione, la stessa ha approvato all’unanimità una mozione di censura nei riguardi del Governo. E Nino D’Asero e Roberto di Mauro capigruppo rispettivamente di Pdl e Pds-Mpa hanno stigmatizzato il comportamento del Governo per la mancata spesa dei fondi comunitari, la questione morale, il collasso degli enti locali, l’eterna trattativa sul federalismo fiscale, le bugie del governo sull’articolo 37.

I due rappresentati delle opposizioni all’Ars hanno denunciato “un’inefficienza del governo che sta portando al collasso della Sicilia” e ribadito la posizione espressa una settimana fa, di presentare una mozione di censura verso il governatore Crocetta. “ Mozione che dovrà essere preceduta, secondo le opposizioni, “da una fase di responsabilità, durante la quale chiediamo al governo regionale di sedersi attorno ad un tavolo con i rappresentati di tutti i partiti e di affrontare i temi del federalismo fiscale, della decurtazione dei fondi agli enti locali, ormai al collasso, e di chiarire le sorti dei fondi comunitari”.

I deputati hanno poi qualificato come “inammissibili le migrazioni dei deputati dell’opposizione verso migliori lidi di chi detiene il potere”. I parlamentari hanno detto: “L’appeal del governatore Crocetta è ormai scaduto. Lo tsunami che aveva annunciato non si è verificato, la rivoluzione non esiste, questo governo che si distingue solo per i suoi annunci straordinari, ma poi non ha la capacità di realizzare ciò che dice. Ad oggi abbiamo assistito solo all’approvazione di una finanziaria modesta, un ddl sulla preferenza di genere”.

Articolo pubblicato il 12 luglio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus