Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Pesca affonda nella burocrazia
di Claudia Calì

Negli ultimi 10 anni persi 10.000 posti di lavoro e ritirati più di 1.500 pescherecci. Ad oggi, spesi solo 37,5 mln sui 151 disponibili del Fep 2007-2013. Spendere 18 mln in 5 mesi o si perderanno

Tags: Pesca, Unione Europea, Regione Siciliana, Fep



La Regione Siciliana fa registrare una battuta di arresto nell’utilizzo del fondo europeo per la pesca FEP, oramai giunto a scadenza naturale, anche se l’obiettivo di spesa, fissato da Bruxelles, è di 151 milioni di euro entro il 2013. Nonostante una fortunata proroga al 2015, il rendiconto del Dipartimento della Pesca non lascia spazio a possibili illusioni, anzi rende tangibile il rischio disimpegno. Lo stato di avanzamento stilato dal dipartimento riporta una spesa certificata di soli 37,5 milioni di euro al 30 giugno di quest’anno. La differenza è presto fatta. Per scongiurare il rischio di dover restituire i fondi e non farsi sfuggire l’opportunità offerta dall'Europa il governo regionale, in soli due anni, dovrà spendere oltre 113 milioni di euro. Parte, dunque, un nuovo ed estenuante conto alla rovescia per il governo Crocetta che rischia di non centrare anche gli obiettivi annuali. (continua)

Articolo pubblicato il 26 luglio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus