Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Liberi professionisti, assicurazioni obbligatorie dal 15 agosto
di Veronica Benigno

Mancano pochi giorni all'obbligo per i liberi professionisti di stipulare una polizza che li tuteli durante lo svolgimento del proprio lavoro

Tags: Polizza, Geometri, Architetti, Ingegneri, Psicologi, Medici, Avvocati, Notai, Commercialisti, Professionisti, Assicurazioni



Assicurazioni obbligatorie per i liberi professionisti ai nastri di partenza. Come previsto dal Decreto Sviluppo Bis, dal 15 agosto commercialisti, avvocati, notai, medici, psicologi, ingegneri, architetti, geometri e, in generale, tutti i professionisti iscritti ad un Albo, dovranno dotarsi di una polizza che li tuteli in caso di danni a terzi provocati durante l'esercizio dell'attività lavorativa.
 
Nell'ultimo anno, si è assistito alla corsa delle categorie per trovare, come accade col preventivo assicurazione auto, le soluzioni meno onerose. Per questo motivo, si è pensato anche alla stipula collettiva con l'intermediazione del proprio Ordine di appartenenza, ma la questione non è andata oltre l'intesa su semplici convenzioni e sconti minimi.
 
Il premio della polizza, infatti, non può che essere calibrato sulle esigenze del libero professionista. Il rischio è ovviamente diverso a seconda che l'assicurazione si estenda anche ai collaboratori dello studio, che si scelga una formula retroattiva, che ci siano precedenti di danni nei confronti della clientela, e anche in base al tipo di lavoro svolto (solo per questo motivo, la compagnia potrebbe anche rifiutarsi di emettere la polizza).
 
Proprio questa giungla ha portato gli Ordini a chiedere a più riprese una proroga, in attesa che fossero definite in modo più chiare le linee guida. L'ultima in ordine di tempo era stata anche inserita nel Decreto del Fare, senza tuttavia essere approvata. Al momento l'unica categoria esclusa dall'obbligo è quella delle professioni sanitarie, per le quali l'ex ministro Balduzzi aveva previsto una normativa a parte non ancora creata. Non è escluso tuttavia – siamo in Italia – che anche per gli altri professionisti non si pervenga a una deroga.
    

Articolo pubblicato il 30 luglio 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus