Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sistema informativo regionale, le direttive per lo sviluppo
di Lucia Russo

Il potenziamento della dotazione informatica e la formazione del personale. Ecco gli obiettivi del biennio 2009-2010 dell’Osservatorio epidemiologico

Tags: Informatica, Formazione



PALERMO - Il dirigente generale del dipartimento regionale Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico, Maria Antonietta Bullara con la circolare del  6 agosto 2009, n. 1259 ha prorogato le direttive del 2007 per lo sviluppo del nuovo sistema informativo regionale per il biennio 2009-2010. Tra gli obiettivi, il mantenimento in attività dei Sistemi informativi attivati al 31 dicembre 2008, che appunto, nel corso del 2008, sono cresciuti di 7 unità, con un incremento del 14%, rispetto al totale dei Servizi.
Si mantiene l’obiettivo del potenziamento della dotazione informatica locale che già ha visto passare il numero dei pc adeguati presenti nei Ser.T   dai 110 del 2007 ai 160 del 2008.

Per quanto riguarda la Formazione del personale, si punta per il 2009-2010, all’ inserimento, all’interno del piano formativo aziendale, di moduli formativi specifici su utilizzo piattaforma e analisi dati, nonché alla realizzazione di corsi di approfondimento delle conoscenze sulla recente normativa legata al rispetto della privacy, da realizzare sia a livello di coordinamento provinciale che a livello di singole unità operative.

È fatto obbligo d’istituzione formale dell’osservatorio epidemiologico delle dipendenze provinciale in tutte le aziende provinciali che provvedano alla  stesura di rapporto campionario su base provinciale nella seconda annualità.
Inoltre, al gruppo dei referenti già designati per la conduzione delle attività relative allo sviluppo del Sird, alla luce degli eccellenti risultati raggiunti ed al fine di valorizzare le risorse locali nel frattempo rafforzatesi e consolidatesi, è costituito un gruppo ristretto per la sperimentazione dell’utilizzo dei record individuali. Tale gruppo sarà costituito dai referenti e/o dai responsabili del dipartimento delle dipendenze patologiche o dei servizi provinciali delle tossicodipendenze delle aziende unità sanitarie locali che hanno raggiunto la copertura del 100% delle unità operative presenti sul loro territorio collegate ad una piattaforma informatizzata per la raccolta dei dati (allegato 1). Il gruppo ristretto si riunirà con cadenza periodica e costituirà uno strumento di raccordo e di promozione dello sviluppo dell’intero sistema, da realizzare attraverso attività di supporto alle realtà maggiormente ostacolate da criticità locali.

Le direzioni generali destinatarie della circolare sono invitate a garantire la massima collaborazione attraverso i responsabili ed il personale delle strutture afferenti al settore delle dipendenze patologiche, nonché all’adozione dei provvedimenti necessari per il superamento d’eventuali criticità logistiche e organizzative a livello locale prevedendo altresì, al fine di migliorare l’adesione da parte degli operatori coinvolti, il ricorso a strumenti previsti dalla normativa contrattuale in materia d’incentivazione.

Inoltre i direttori generali dovranno fare pervenire al servizio 7 - Osservatorio epidemiologico - un programma d’attività secondo le direttive impartite con la circolare n. 1214 del 31 maggio 2007 e confermate per il biennio 2009-2010.

Articolo pubblicato il 05 settembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Maria Antonietta Bullara
Maria Antonietta Bullara