Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Sicilia scenario continuo di sbarchi
Iacolino (Ppe) incontrerà Cecilia Malmström. Grande Sud chiede l’intervento dell’Unione europea

Tags: Immigrazione, Sbarchi Clandestini, Grande Sud



 ROMA - “Di giorno in giorno Siracusa e l’intera costa orientale stanno diventando sempre più scenario catastrofico di sbarchi clandestini. Il Governo dia risposte immediate alla popolazione locale e alle amministrazioni che di fronte al massiccio intensificarsi degli sbarchi, anche a fronte dei venti di guerra in Siria, sono allo stremo”. Così il leader di Grande Sud, Gianfranco Miccichè, che dal suo blog è intervenuto sui recenti sbarchi che stanno interessando la costa orientale della Sicilia. “L’UE, d’altro canto, - ha continuato Miccichè - si renda conto che Siracusa, come Lampedusa, Pachino e Portopalo, sono sì confini italiani ma sono altrettanto confini d’Europa; perché un problema così scottante come la regolamentazione e la gestione dei flussi migratori - conclude Miccichè - non riguarda solo noi italiani, ma coinvolge direttamente nelle comuni responsabilità l’intera Comunità Europea”. 
Da Siracusa, la coordinatrice provinciale di Grande Sud, Costanza Castello, rende noto di “aver chiesto all’europarlamentare Salvatore Iacolino di riferire presso il Parlamento europeo in merito all’emergenza sbarchi in Sicilia. L’on. Iacolino ha già inoltrato richiesta e a giorni - conclude Castello - sarà ricevuto in audizione dal Commissario europeo per gli affari interni, Cecilia Malmstrom”.

Articolo pubblicato il 30 agosto 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus