Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Viabilità: è l’ora del caos-scuola. Tondo Gioeni è ormai un imbuto
di Melania Tanteri

Il Piano straordinario per tamponare l’emergenza. Sofia incontra Mangani: “Proporre soluzioni in bilancio”. Non bastano cento vigili nei punti nevralgici. Mancano anche mezzi e benzina

Tags: Tondo Gioeni, Traffico, Viabilità, Catania, Rosario D'Agata, Rosario D'Agata



CATANIA - La pioggia non ha aiutato il traffico da primo giorno di scuola, temuto da automobilisti e amministratori. La città, nelle prime ore del mattino, nonostante la task force di vigili urbani schierata sulle strade per attenuare i disagi, non è bastata a rendere fluido il traffico settembrino che, come emerso da alcuni studi di settore, conta un numero di mezzi in circolazione molto più elevato rispetto al resto dell'anno.

Ad essere particolarmente temuto dai cittadini è l'effetto abbattimento del ponte Gioeni che ha fatto registrare, nelle scorse settimane, l'aumento delle code sulla Circonvallazione e sulle vie limitrofe e che, proprio con la riapertura delle scuole, rischia di paralizzare la viabilità in buona parte della città.

“Disagi che avevamo preventivato ha spiegato l'assessore al ramo, Rosario D'Agata – e che tenteremo di mitigare aumentando il numero dei vigili urbani sulle strade. In certi casi si sono evidenziate delle criticità – ha aggiunto - perché il numero degli agenti della Polizia municipale non è adeguato e bisogna coprire anche altre emergenze cittadine”.

Intanto, il comandante del Corpo, Alessandro Mangani, ha predisposto, come lo scorso anno, un piano straordinario per affrontare la delicata situazione: da ieri, sulla strada, sono stati schierati oltre cento vigili che, a partire dalle sei del mattino e nei vari turni, dovranno presidiare i punti nevralgici della città. Oltre agli uomini, sono stati predisposti anche i carri attrezzi per rimuovere le automobili in sosta vietata.

“Come nelle altre città, anche a Catania ci si attende un notevole aumento del traffico – hanno spiegato i rappresentanti dell'amministrazione comunale – e, per cercare di contenere i disagi, è stato messo a punto un piano in base al quale da ieri, ci sono sulla strada, fin dalle sei del mattino e nei vari turni, oltre cento vigili urbani. Inoltre sei carri attrezzi saranno dislocati lungo le principali direttrici di traffico, in particolare lungo la circonvallazione, per evitare le soste in doppia fila”.

E questo, nonostante le gravi carenze del Corpo di Polizia municipale note da tempo ma ancora non risolte. A cominciare dall'esiguo numero del personale, meno di 500 unità, passando per l'età media, intorno ai 50 anni, continuando per l'assenza di risorse che costringe i mezzi a rimanere in officina in attesa di poter essere riparati, fino al vestiario.

Un aspetto sottolineato dal presidente della terza Commissione consiliare permanente “Polizia urbana, viabilità e trasporti”, Carmelo Sofia che, proprio per capire la reale situazione, ha incontrato il comandante Mangani.

“Abbiamo discusso della mancanza in pianta organica di personale sufficiente a coprire i vari servizi da espletare secondo le normative vigenti - ha spiegato – e della mancanza di adeguata fornitura di vestiario che provoca difformità nelle divise dei vigili. Inoltre – ha aggiunto - si è messa in evidenza la carenza di mezzi e la spesa mensile di benzina insufficiente per coprire le necessità di servizio che si presentano specialmente nelle situazioni d’emergenza e negli imprevisti. La Commissione – ha concluso - si è riproposta di trattare ancora questa tematica e di proporre soluzioni in bilancio per colmare il divario esistente e rendere più efficiente l’operato dei Vigili Urbani”. Per questo Sofia incontrerà presto l'assessore al Bilancio, Giuseppe Girlando, per capire in che modo tamponare la situazione.

Articolo pubblicato il 17 settembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus