Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Combustibile Rsu, Regione siciliana cieca
di Rosario Battiato

Rifiuti: mentre l’Ars discute la modifica al Piano, in Italia e in Ue li utilizzano per produrre elettricità e riscaldamento. Impianti vantaggiosi, inquinamento e disincentivo alla differenziata sono una balla

Tags: Regione Siciliana, Rifiuti, Rsu



PALERMO – Non ci sono più gli inceneritori di una volta. Non lasciatevi ingannare dal tono: è una buona notizia. Secondo l'Atia Iswa Italia - l'associazione italiana che aderisce ad Iswa (International solid waste association), l'associazione mondiale dei rifiuti solidi - negli ultimi cinquant’anni la concentrazione media delle polveri inquinanti nei fumi prodotti dagli impianti di incenerimento si è ridotta di mille volte e quella delle diossine di oltre cinquemila volte.
Aggiungiamo: non è un caso se nelle principali città europee gli impianti di valorizzazione energetica del rifiuto – strutture avanzate e dalle emissioni perfettamente in regola con gli standard europei – non solo non inquinano ma sono perfettamente integrati nel sistema di gestione dei rifiuti.
La Sicilia, però, preferisce interrare circa il 90% dei suoi rifiuti, danneggiando l'ambiente e le tasche dei suoi cittadini. (continua)

Articolo pubblicato il 19 settembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐