Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

L’altra ricerca. In undici anni la spesa è quasi raddoppiata
di Rosario Battiato



PALERMO – Non si tratta solamente di costi in bolletta, ma è in generale un sistema che oramai rischia di collassare finanziariamente su se stesso. Secondo uno studio della Confesercenti, su dati Green Book, tra il 1994 e il 2004, Sicilia e Sardegna assieme, hanno registrato l’aumento più alto in termini di costi totali per la gestione dei rifiuti, passando da 382.470.420 euro a 733.974.808, con una crescita percentuale pari al 91,9%. Nel 2007 il costo del servizio è stato di 400.752.000, mentre nel 2003 si era a circa la metà cioè 200.700.000 euro. “Bisogna puntare ad una politica – ha commentato Mario Milone – che sia efficace e rigorosa anche nel contenimento della spesa. Bisognerà anche puntare su una puntuale e precisa sensibilizzazione dei cittadini di tutte le fasce d’età, perché solo così si potrà costruire un sistema che funziona anche in rapporto alla raccolta differenziata”. Dopo la riforma della sanità adesso la Regione si appresta a mettere mano ad un altro dei cavi scoperti delle politiche isolane.

Articolo pubblicato il 09 settembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Rifiuti: bollette care, servizi pessimi -
    Consumo. Raccolta, smaltimento e i costi in bolletta.
    La situazione. Quasi tutte le 27 società d’ambito che nell’Isola si occupano di raccogliere e smaltire i rifiuti, accusano gravi problemi finanziari: il debito complessivo si aggira sul miliardo di euro.
    Lo studio. Secondo Cittadinanzattiva, che ha messo a confronto le gestioni nelle singole regioni, le Ato siciliane erogano le bollette più care, a fronte di un servizio costoso e scadente al tempo stesso.
    (09 settembre 2009)
  • L’altra ricerca. In undici anni la spesa è quasi raddoppiata - (09 settembre 2009)
  • Pure un coordinamento contro il caro-bollette -
    Tar e Corte costituzionale hanno dato ragione agli utenti. La prima richiesta: “Rimborsare l’Iva applicata alla Tia”
    (09 settembre 2009)
  • Milone, eredità pesante. “In autunno la riforma” -
    L’assessore regionale all’Ambiente si è insediato due mesi fa. “Dieci Spa, puntiamo su riduzione dei costi e differenziata”
    (09 settembre 2009)


comments powered by Disqus