Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Milone, eredità pesante. “In autunno la riforma”
di Antonio Casa

L’assessore regionale all’Ambiente si è insediato due mesi fa. “Dieci Spa, puntiamo su riduzione dei costi e differenziata”

Tags: Mario Milone, Rifiuti



PALERMO - Mario Milone è assessore regionale con delega al Territorio e Ambiente dal 7 luglio 2009.
Qual è lo stato attuale della riforma Ato rifiuti in Sicilia?
“Allo stato dei fatti il ddl votato a febbraio da Mpa e Pd rappresenta una svolta importante nel sistema di gestione dei rifiuti nell’isola. Per l’autunno prossimo la riforma arriverà all’Ars e a quel punto sarà compito del governo e anche del sottoscritto lavorare per renderla condivisa da tutte le forze politiche, sempre nel rispetto dei ruoli e delle funzioni che ognuno di noi svolge”.

Le principali novità della riforma in cosa consisterebbero?
“Puntiamo ad una politica di rigore e trasparenza. Tra le novità principali possiamo annoverare la riduzione delle Ato che passeranno da 27 a 9, più uno probabilmente per le isole minori, mentre si darà nuovo impulso alla raccolta differenziata e si chiederà maggiore attenzione alle finanze degli Ambiti”.

Sulla differenziata come si agirà?
“In Sicilia si avverte la necessità di un programma per rilanciare la raccolta differenziata, che continua a trovarsi al di sotto del 10% con distacchi paurosi rispetto le altri regioni italiane. Inoltre vogliamo lanciare il messaggio anche attraverso un importante progetto pilota, finanziato dal ministero, che avrà come obiettivo l’aumento della raccolta differenziata in un grande quartiere di Palermo a partire da ottobre”.

Cosa accadrà alle Ato che presentano deficit importanti di bilancio?
“Già a fine luglio la Regione ha provveduto a risanare cinque società d’ambito per evitare che ci potessero essere gravi ricadute sulla popolazione. Non dimentichiamo, infatti, che il nostro compito è quello di salvaguardare la salute dei cittadini al di là delle controversie e delle dicotomie politiche”.

Articolo pubblicato il 09 settembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Rifiuti: bollette care, servizi pessimi -
    Consumo. Raccolta, smaltimento e i costi in bolletta.
    La situazione. Quasi tutte le 27 società d’ambito che nell’Isola si occupano di raccogliere e smaltire i rifiuti, accusano gravi problemi finanziari: il debito complessivo si aggira sul miliardo di euro.
    Lo studio. Secondo Cittadinanzattiva, che ha messo a confronto le gestioni nelle singole regioni, le Ato siciliane erogano le bollette più care, a fronte di un servizio costoso e scadente al tempo stesso.
    (09 settembre 2009)
  • L’altra ricerca. In undici anni la spesa è quasi raddoppiata - (09 settembre 2009)
  • Pure un coordinamento contro il caro-bollette -
    Tar e Corte costituzionale hanno dato ragione agli utenti. La prima richiesta: “Rimborsare l’Iva applicata alla Tia”
    (09 settembre 2009)
  • Milone, eredità pesante. “In autunno la riforma” -
    L’assessore regionale all’Ambiente si è insediato due mesi fa. “Dieci Spa, puntiamo su riduzione dei costi e differenziata”
    (09 settembre 2009)


comments powered by Disqus
Mario Milone, assessore regionale con delega al Territorio e Ambiente
Mario Milone, assessore regionale con delega al Territorio e Ambiente