Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Crocetta fa pace col Pd, domani non sarà in Aula
di Raffaella Pessina

Dopo l’incontro del governatore col segretario regionale Lupo. Doveva riferire sulla crisi interna, ma l’opposizione insiste

Tags: Ars, Rosario Crocetta, Michele Cimino, Giovanni Ardizzone



PALERMO - Sono ripresi ieri pomeriggio i lavori all’Assemblea regionale siciliana, con l’Aula che si è aperta con l’ordine del giorno presentato da Michele Cimino (Grande Sud)  con il quale ha chiesto che il Governo regionale si faccia promotore presso Roma affinchè le isole di Lampedusa e Linosa vengano dichiarate zone franche. Il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone ha commemorato le vittime di Lampedusa mostrando soddisfazione per la visita del presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, e del commissario europeo agli Affari interni, Cecilia Malmstrom. “Un segnale positivo - ha detto Ardizzone - e di “apertura” da parte dell’Europa, non sempre attenta ai problemi dell’immigrazione”.

Il presidente dell’Ars ha ravvisato la necessità di trovare una soluzione dal punto di vista legislativo alle problematiche legate all’immigrazione ed ha sollecitato i parlamentari a lavorare presto ad un ddl sull’accoglienza. “Credo che un buon punto di partenza  - ha detto Ardizzone - possano essere i due ddl di iniziativa parlamentare presentati nei mesi scorsi e già inviati alle Commissioni di merito e che vedono come primi firmatari Fabrizio Ferrandelli (Pd) e Lino Leanza (Articolo 4).
 
A questi si aggiunge anche quello predisposto dallo Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, già depositato al governo regionale”. Marika Cirone (Pd) nel suo intervento ha chiesto di creare una task force per indirizzare  i Comuni, le Prefetture e il Volontariato verso soluzioni possibili che non solo in Sicilia ma anche a livello nazionale possano essere cercate e quale tipo di risposta si può dare in attesa di fare una legge sull’immigrazione.

Dopo la approvazione dell’ordine del giorno il presidente Ardizzone ha sospeso l’Aula e convocato la conferenza dei capigruppo per trovare un percorso alla paralisi della commissione Affari istituzionali, dovuta alle dimissioni di quasi tutti i suoi componenti. Alla riunione è stato invitato anche il presidente della Commissione stessa, Marco Forzese. 

Sul fronte politico intanto è pace tra il Governatore e il Partito democratico. Nel corso dell’incontro tra Crocetta, il segretario regionale Giuseppe Lupo e il capogruppo Baldo Gucciardi, il presidente ha comunicato la scelta di aderire al gruppo parlamentare del PD. Gli argomenti trattati sono stati le riforme da avviare in Sicilia e la approvazione del bilancio. Crocetta, ha subito inviato una richiesta al presidente dell’Ars per cancellare la sua relazione all’Aula, calendarizzata per domani, ritenendola un argomento superato e dichiarando che incontrerà al più presto tutti i gruppi parlamentari.

Non la pensa così l’opposizione. Il Pdl per voce del capogruppo D’Asero ha detto che “Il Governatore, non può considerare la sua vicenda con il Pd una questione privata, perché non può esimersi dal proprio ruolo istituzionale e pubblico. Aspettiamo Crocetta in Aula".

Infine via libera dalla commissione Territorio e ambiente all'articolo 7 al ddl Disciplina in materia   di risorse idriche' che spiana la strada alla gestione pubblica dell'acqua: saranno gli enti di diritto  pubblico a gestire il servizio. Al definitivo licenziamento del ddl ora mancano comunque ancora alcuni articoli, prima dell'approdo in Aula. 

Articolo pubblicato il 09 ottobre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Rosario Crocetta
Rosario Crocetta