Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Nuove demolizioni nell’Oasi del Simeto
di Melania Tanteri

Abbattute altre due villette all’interno della Riserva

Tags: Catania, Simeto, Oasi Del Simeto, Legambiente



CATANIA - Tornano le ruspe nell’Oasi del Simeto. L’appello di Legambiente, scattato all’indomani della prima demolizione dello scorso 2 luglio, stabilita dalla Procura della Repubblica ed eseguita dall’amministrazione comunale, sembra essere stato preso alla lettera. Ieri mattina, infatti, altre due villette abusive in piena Riserva protetta, sono state abbattute.

Le demolizioni, ordinate nuovamente dall’Autorità giudiziaria, sono state attuate dai mezzi comunali e dagli stessi proprietari, all’interno del Villaggio Rainbow, dove una costruzione – al cui interno sono stati trovati anche i resti di una piccola piantagione di canapa indiana – è stata buttata giù e un’altra è stata demolita parzialmente dagli stessi proprietari che, prima hanno inscenato una piccola protesta, e poi hanno proceduto all’abbattimento.

L’Oasi naturale protetta, situata lungo il litorale Sud di Catania, è infatti costellata da Villaggi, alcuni dei quali preesistenti alla riserva stessa, ma comunque realizzati in quella che oggi è zona protetta. Da qui le demolizioni, partite su impulso del procuratore della Repubblica etneo, Giovanni Salvi, che ha avviato con l’amministrazione Bianco un lavoro di collaborazione per ristabilire la legalità in quell’area della città.

“Il risultato che vorremmo raggiungere – aveva affermato Salvi all’indomani del primo abbattimento - è quello di favorire le demolizioni spontanee anziché quelle forzate, soprattutto tra i privati. Quanto fatto all’Oasi del Simeto si inserisce in una pianificazione ben organizzata e informatizzata”.

Insieme al procuratore Salvi, ieri mattina, erano presenti anche l’aggiunto Michelangelo Patané, il sostituto Angelo Busacca, il vice sindaco di Catania Marco Consoli e rappresentanti delle forze dell'Ordine. Altre strutture abusive, hanno fatto sapere dall’amministrazione, saranno abbattute nei prossimi giorni mentre, un paio di giorni fa un’altra costruzione irregolare era stata demolita dagli stessi proprietari.

Articolo pubblicato il 22 ottobre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus