Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Velocità connessione internet, in Italia la fibra è solo per pochi
di Cecilia Mussi

L’Osservatorio SuperMoney ha condotto una ricerca sulle condizioni attuali della connessione internet in Italia per le aziende. Ecco cosa è emerso

Tags: SuperMoney, Internet, Velocità Connessione, Italia, Aziende, Tariffe, Telecom, Teletu, Fastweb, Partita Iva, Mbps



L’82% delle aziende italiane ha una connessione internet a 20 Mbps ma vorrebbe una velocità maggiore. Questo è il dato fondamentale emerso dall’analisi svolta dall’Osservatorio SuperMoney, unico accreditato da Agcom per il confrontro tra tariffe Telecom, Teletu, Fastweb etc.
 
Nelle richieste pervenute al sito di comparazioni tra gennaio e ottobre 2013 infatti è emerso che chi possiede una partita Iva vorrebbe una connessione più veloce oltre a un servizio di telefonia più efficiente, come la fibra a 100 Mbps, offerta per ora solo da Fastweb in più di una città dello Stivale. Per chi non risiede in una tra Milano, Roma, Bologna, Palermo, Napoli, Bari o Torino, per esempio, è impossibile avere una connessione ultraveloce, dato che solo qui arriva la copertura di Fastweb. 
 
Telecom Italia, Infostrada o Vodafone invece coprono solo il capoluogo meneghino, che quindi risulta essere il più “connesso” d’Italia. Il rovescio della medaglia vede invece ancora delle zone della nostra penisola dove le aziende devono accontentarsi di connessioni molto lente come la 10 Mbps (1,7% del campione) o la 7 Mbps (3,9%).
 
Ecco le parole dell’amministratore delegato di SuperMoney su questi dati: "Come si può pensare di rilanciare l'attività delle imprese italiane se queste non possono contare neanche sull'infrastruttura necessaria per lavorare nel contesto del 2013? Digitalizzazione, cloud, e-commerce: il modo di fare impresa non è più quello di una volta. Per restare competitivi a livello nazionale e internazionale bisogna sfruttare al massimo le potenzialità di internet: senza banda larga è impossibile, operatori e istituzioni non possono non tenerne conto".

Articolo pubblicato il 02 novembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus