Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Lavori verdi, Sicilia sempre nera
di Rosario Battiato

Rapporto GreenItaly: alla fine del 2013 la Lombardia produrrà oltre 11 mila posti nei green jobs sui 46 mila nazionali. Nell’Isola solo il 5% dell’occupazione totale, ma siamo primi per i formatori privati

Tags: Green Economy



PALERMO - L’Italia del futuro è destinata a essere sempre più verde: i lavori legati all’energia da fonte rinnovabile e all’ambiente incidono in maniera sempre più determinante nel delineare lo stato dell’occupazione nazionale e le aziende che hanno già investito nella sostenibilità sono riuscite a venir fuori dalle secche della crisi e a rilanciarsi sul mercato.
Non è una festa per tutti, perché l’Italia della rivoluzione verde ha il suo cuore orientato a settentrione, dove si concentrano la parte più cospicua del potenziale fatturato e delle assunzioni. Per la Sicilia il triste primato di essere tra le prime del Meridione, ma non può bastare per una regione che ha tutte le carte in regola, almeno in termini di risorse naturali, per competere al meglio con tutti in Europa. A incidere anche un guida politica incerta: l’ultimo Piano energetico regionale risale al 2009, redatto su parametri riferiti ad anni precedenti, e pertanto obsoleto, tanto che si resta in attesa delle nuove linee guida. Ma ogni giorno che passa è un vantaggio per le aree concorrenti. (continua)

Articolo pubblicato il 09 novembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐