Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

È gelo per i trasporti ferroviari. Dodici gli intercity a rischio
di Adriano Agatino Zuccaro

Conferenza unificata: “Il Governo decida sulla sospensione prevista da Trenitalia”. Lupi, ministro Trasporti: “No a sovrattassa da applicare sull’alta velocità”

Tags: Trenitalia, Trasporti, Maurizio Lupi



CATANIA - Tempi duri si preparano per il trasporto ferroviario; a pagarne le spese i viaggiatori che scelgono gli intercity e la freccia Bianca Roma-Genova. “Abbiamo chiesto con urgenza al ministro dei Trasporti Lupi di sospendere la decisione presa da Trenitalia che, a partire dal prossimo dicembre, quando entrerà in vigore l'orario invernale delle Ferrovie, ha previsto la sospensione di dodici intercity e di un Freccia Bianca Roma-Genova” ha reso noto il governatore della Toscana Enrico Rossi al termine di una conferenza unificata dedicata al Trasporto pubblico locale.
 
Il governatore ha poi rilanciato: “Come Regioni, ed io personalmente, siamo decisamente favorevoli - ha aggiunto - alla razionalizzazione dei costi, ma la decisione di Trenitalia per noi è insostenibile e il governo, che è azionista di quell'azienda, deve prendere una decisione”. “Il governo ricordi - ha affermato da ultimo Rossi - che la crisi spinge sempre di più la gente a utilizzare i treni e tra questi figurano tantissimi lavoratori e studenti”. Il comma 4 dell'articolo 21 del decreto 98/2011 prevedeva una sovrattassa sui biglietti dell'alta velocità per finanziare il servizio pubblico di trasporto a media e lunga percorrenza praticamente mai applicato. Interrogato su questa vicenda il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti Maurizio Lupi ha dichiarato: “Sull'ipotesi della sovrattassa da applicare sull'alta velocità per finanziare i trasporti regionali servirebbe un parere legislativo e in ogni caso il mio giudizio è assolutamente negativo”.

Per far fronte alle difficoltà degli utenti dei trasporti pubblici locali, l'Associazione nazionale dei piccoli comuni d'Italia (Anpci)  in una nota dichiara che “occorre istituire un'autorità di verifica e controllo e una Cabina di regia che non può non essere affidata al Governo”. Nell'ambito della Conferenza unificata di giovedì pomeriggio l'Anpci ha proseguito: “i Contratti Fs-Regioni e Autotrasporto-Regioni vanno seguiti e fatti rispettare nello spirito di una carta dei servizi che le aziende spesso non attuano”.
 
Inoltre il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti secondo l'Anpci sarebbe “responsabile della mancata osservanza dei contratti stipulati dalle Ferrovie dello Stato e dalle singole Regioni, nonché dalle aziende di autotrasporto. È altresì responsabile - sottolinea l'associazione dei piccoli Comuni - per i disservizi causati dalla parziale o totale inosservanza delle clausole o della cattiva operatività delle strutture, salvo il rivalersi sull'inadempiente”.
Dicembre è alle porte e occorre trovare soluzioni e risorse onde evitare l’ennesimo disagio a lavoratori e studenti.

Articolo pubblicato il 24 novembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus