Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Il 30% si ritira prima della fine del corso
di Michele Giuliano

Indagine fatta a campione su 2.324 corsisti iscritti a 141 corsi. Solo l’8% ha trovato un lavoro “coerente” con il corso



PALERMO - Nella sua ultima relazione la Corte dei Conti ha potuto segnalare che nel 2008 non sono emersi significativi segnali di cambiamento di politica gestionale della formazione professionale in Sicilia rispetto all’anno precedente, essendo la programmazione di fatto lasciata all’iniziativa degli enti gestori dei corsi. Nel 2008 risultano effettuati dal Dipartimento Formazione Professionale della Regione rilevazioni sui risultati occupazionali conseguenti agli interventi realizzati negli anni formativi precedenti.
L’indagine è stata fatta a campione ed ha interessato 2 mila 324 allievi iscritti a 141 corsi di formazione professionali iniziati nel 2006. I risultati vanno presi, ovviamente, con cautela, in primo luogo, perché riguardano un campione percentualmente molto limitato dei corsi finanziati e dei relativi iscritti e, in secondo luogo, perché risultano estrapolati da interviste effettuate e realizzate dagli stessi enti di formazione senza alcuna verifica o controverifica da parte del Dipartimento regionale.
In pratica, il Dipartimento regionale non effettua gli accertamenti in proprio, ma li delega agli stessi soggetti che organizzano i corsi, senza poi verificarne l’attendibilità. Nonostante le riserve e perplessità dei magistrati contabili, i dati ricavati sono emblematici: dei 2 mila 324 iscritti ai 141 corsi risultano avere completato il percorso formativo solo mille e 641 allievi.
Di questi soltanto 196 risultano avere ottenuto un lavoro in mansioni definite “coerenti”. Per essere chiari, circa il 30 per cento degli allievi si ritira prima della fine del corso, per cui in definitiva a ciascun corso partecipano in media appena 12,6 discenti.

Articolo pubblicato il 15 settembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Formazione costosa e sempre inutile -
    Formazione. Corsi lontani dal mercato non fanno trovare lavoro.
    I costi del 2008. Nell’Isola nel 2008 sono stati attivati 2 mila 514 corsi con 31 mila e 918 iscritti. Nel 2008 sono stati effettuati pagamenti per complessivi 362 milioni 896 mila e 566,99 euro.
    Aumenti. Rispetto al 2007, quando i pagamenti erano ammontati a 302 milioni e 945 mila euro, la spesa è lievitata di circa 60 milioni, pari a un +20%, mentre è diminuito del 18% il numero dei corsi.
    (15 settembre 2009)
  • Sud pi├╣ ┬ôcostoso┬ö. I dati distinti per settore formativo - (15 settembre 2009)
  • Il 30% si ritira prima della fine del corso -
    Indagine fatta a campione su 2.324 corsisti iscritti a 141 corsi. Solo l’8% ha trovato un lavoro “coerente” con il corso
    (15 settembre 2009)
  • Un cambio di rotta per il Prof del 2010 -
    Una formazione ancora troppo lontana dal mercato del lavoro. Servono saldatori, elettricisti, idraulici, operatori del turismo
    (15 settembre 2009)


comments powered by Disqus

´╗┐