Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Messina - Svincoli, altro grande annuncio apertura entro l’anno prossimo
di Francesco Torre

Giostra-Annunziata, anche il Genio Civile ha evidenziato l’estrema pericolosità del viadotto. Da maggio nessun operaio. Ora l’assessore De Cola fissa il termine dei lavori

Tags: Messina, Trasporti



Messina - Lo svincolo di Giostra/Annunziata verrà terminato entro il 2014. A prometterlo l'assessore comunale ai Lavori Pubblici, Sergio De Cola, provando a smentire chi ipotizzava che le operazioni di messa in sicurezza del viadotto Ritiro e di completamento del cantiere della Ricciardello fossero ad un punto morto. In cima al Viale Giostra, in effetti, non si vede un operaio sin dal maggio scorso, allorquando cioè si procedette con l'inaugurazione delle due rampe in entrata.
 
Ed anche noi su queste colonne, proprio una settimana fa, denunciammo come le luci si fossero drasticamente spente su questo obiettivo, nonostante il pressing dell'Ing. Capo del Genio Civile Gaetano Sciacca (su cui pende una richiesta di trasferimento all'Urega da parte di Crocetta... forse una punizione per aver detto troppi no?), l'unico ad evidenziare l'estrema pericolosità di un viadotto da cui fino all'altro ieri cadevano calcinacci (per fortuna nessun ferito).

“Finora abbiamo fatto un ragionamento d’impostazione – ha affermato recentemente De Cola -. Ora faremo una perizia sull’appalto in corso e non si dovrà perdere del tempo per nuove gare. Per i lavori, poi, potrebbero volerci dieci mesi o forse un anno”.

Attualmente il cantiere è fermo in attesa dell'approvazione della terza variante richiesta dall'impresa Ricciardello. Una variante che è altra cosa rispetto a quella approvata riguardante l'anticipazione della rampa in uscita da Tremestieri prima del viadotto Ritiro tramite opportuna bretella di collegamento. La soluzione, ricordiamo, permetterebbe di usufruire in tempi più celeri dello svincolo in entrambe le direzioni e allo stesso tempo di effettuare i lavori concordati sul viadotto.

Come è possibile immaginare, lo scoglio più grande da superare sarà quello di natura economica, perchè per il raggiungimento di tutti gli obiettivi occorreranno - come anche evidenziato da De Cola - 70 mln di euro. Ma da tempo Anas e Regione Siciliana, tramite Cas e assessore Bartolotta, assicurano che i fondi ci sono e che si potranno anche parzialmente ammortizzare tramite contribuzioni della Protezione Civile.

Detto questo, e segnandoci la data indicata dall'assessore comunale, ci limitiamo a considerare come nel recente passato e proprio in relazione a quest'opera pubblica la politica degli annunci consentì all’ex sindaco Buzzanca di indicare una serie infinita di scadenze poi costantemente disattese (lo svincolo, infatti, venne inaugurato durante il commissariamento Croce). Non vorremmo che la Giunta Accorinti cadesse nello stesso imperdonabile quanto imbarazzante errore. Lo scopriremo presto: l'assessore alla Mobilità Cacciola aveva promesso che entro la fine del mese di novembre si sarebbe inaugurato il parcheggio di Villa Dante. Manca poco alla fatidica data. Attendiamo fiduciosi.

Articolo pubblicato il 29 novembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus