Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Argo sentinel l'app sentinella contro gli sversamenti in mare
di Bartolomeo Buscema

Grazie a quest'app gratuita la possibilità di inviare segnalazioni su chiazze in mare e battigia. Tecnologia di Cnr-Isti per i possessori di smartphone con Gps e collegata alla Guardia costiera

Tags: App, Cnr, Inquinamento, Petrolio, Isti



CATANIA - È noto che nel canale di Sicilia c’è un elevato traffico di petroliere e di conseguenza un elevato rischio di sversamenti in mare. Le autorità preposte fanno del loro meglio, ma la possibilità di trovare chiazze di petrolio sulle belle coste del ragusano è purtroppo ancora elevata.
 
Un serio problema che potrebbe essere affrontato anche con l’aiuto di volontari grazie a un’applicazione mobile scaricabile gratuitamente. L’applicazione, denominata “Argo Sentinel” permette a chiunque abbia uno smartphone con Gps e che solchi i nostri mari per lavoro o diporto di inviare segnalazioni relative a sversamenti di idrocarburi in tempi rapidi.
 
Sviluppata presso l’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Isti) di Pisa, l’applicazione permette a chiunque avvisti un inquinamento da idrocarburi in mare di segnalare immediatamente l’evento al Laboratorio Segnali e Immagini Si-Lab (si.isti.cnr.it) del medesimo Istituto. Tali informazioni sono subito  registrate nel Marine information system (Mis), realizzato dal Cnr, in grado di raccogliere dati relativi a criticità e salute del mare provenienti da varie sorgenti (satelliti, sensori ottici, nasi elettronici, veicoli sottomarini autonomi, sistemi di geolocalizzazione e geoposizionamento), di integrarli e generare modelli previsionali per assistere le autorità preposte nella gestione delle emergenze.

L’applicazione, facile da utilizzare, mostra:
• un’area “Messaggio” per inserire una descrizione dell’avvistamento. Consente all’utente di fornire una descrizione dettagliata della chiazza oleosa avvistata, degli eventuali danni già causati e/o del contesto in cui si trova;
• un pulsante “Allarme Rosso” per segnalare uno sversamento importante di chiazze oleose di un diametro maggiore o uguale a  circa 20 metri ;
• un pulsante “Allarme Giallo”: per segnalare uno sversamento di lieve/media entità di chiazze oleose di un diametro minore di 20  circa metri ;
• un pulsante “I”: per informazioni sull’uso dell’app;
• un pulsante “exit”: per chiudere l’app.

Operativamente, appena si clicca su uno dei due pulsanti rosso o giallo si invia un messaggio sms alla centrale operativa del Cnr che tra gli altri parametri registrerà la latitudine e  la  longitudine  del luogo di avvistamento. Anche se non ci sono obblighi (si tratta di un progetto scientifico) tutte le informazioni significative vengono ritrasmesse al Comando generale delle Guardie costiere italiane a Roma, che li diffonde  sul territorio.

Il sistema ha ancora margini di miglioramento, ma è già un efficace deterrente contro i malintenzionati che vedono in un futuro esercito di volontari, equipaggiati con smartphone, un nemico non facilmente eludibile.

Articolo pubblicato il 16 dicembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Una delle schermate del sistema di rilevazione e segnalazione degli sversamenti in mare
Una delle schermate del sistema di rilevazione e segnalazione degli sversamenti in mare


´╗┐