Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

I costi dei cellulari potrebbero aumentare da gennaio
di Cecilia Mussi

Se dovesse venire approvato l’emendamento proposto dalla Siae, da gennaio tutti i prodotti tecnologici di nuova generazione diventeranno più cari

Tags: Tablet, Smartphone, Contributo, Aumento, Tariffe, Siae, Risparmio, Cellulari



Sotto Natale l’idea di regalare un nuovo dispositivo tecnologico come cellulare o tablet è venuta a molti. Per risparmiare si cerca però di trovare sempre le tariffe di Vodafone, Tre, Wind etc. più convenienti magari abbinate proprio all'acquisto del cellulare o tablet.
 
La ricerca del risparmio per molti italiani è diventata necessaria, oltre che ben gradita, ma spesso riconoscere perfettamente qual è il cellulare con il miglior piano può essere complesso se non si hanno dei parametri di scelta adeguati. Ecco che per questo intervengono in aiuto i comparatori on line che ci spossono guidare nella scelta.
 
Chi ha trovato l’offeta migliore per avere un nuovo cellulare, oggi, inoltre può ritenersi fortunato perchè probabilmente da gennaio 2014 ci sarà una novità per quanto riguarda questo settore. La Siae infatti ha fatto richiesta per inserire un emendamento all’interno della nuova Legge di Stabilità che aumenti l’equo compenso.
 
L’equo compenso verrà invece diminuito per dispositivi obsoleti come Dvd, Cd, cassette, Blu-Ray, computer con o senza masterizzatore, memorie, supporti analogici, registratori, hard disk, chiavette, telefonini di vecchia produzione e Ssd.
 
Se la Legge di stabilità passerà con l’emendamento al suo interno così come richiesto dalla Società Italiana degli Autori ed Editori ci saranno degli aumenti considerevoli nei costi di cellulari e di altri oggetti come i televisori, per esempio.
 
Il contributo per l'acquisto di un nuovo smartphone o tablet sarà di 5,20 euro (cioè 50 centesimi) e 6 euro per i computer. Questo rincaro colpirà anche le TV con funzioni di registrazione, che registreranno un +5 euro.
 
La nuova legge equivale a un terzo dell’intero bilancio della Siae e, secondo le prime stime, la porterà a guadagnare circa 210 milioni di euro all'anno, rispetto agli 80 milioni di euro del momento.

Articolo pubblicato il 18 dicembre 2013 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐