Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Unioni civili nella finanziaria siciliana, l'Udc apre
di Redazione

Giovanni Pistorio, segretario regionale del partito: "Sul tema serve un approccio aperto come insegna la nuova Chiesa di Papa Francesco"

Tags: Unioni Civili, Gay, Pistorio, Udc, Regione, Sicilia, Diritti Civili, Finanziaria



Nella frenesia di queste ore arriva l’apertura dell’Udc alle Unioni civili. Giovanni Pistorio, segretario regionale del partito, esprime la sua soddisfazione per la tenuta della maggioranza sulla Legge di stabilità. “Il Governo e la sua maggioranza sulla Finanziaria stanno dimostrando grande compattezza. Questo è un fattore positivo e importante anche per il futuro”.
 
“All’Ars si sta votando una legge di stabilità difficile e rigorosa – prosegue Pistorio - che affronta questioni drammatiche per la nostra Isola, ma che va avanti grazie alla serietà del governo e dei partiti che lo sostengono. Merito va al presidente della Regione, Rosario Crocetta, per il lavoro condiviso che sta portando avanti insieme alla maggioranza, ma importante è anche l'apertura istituzionale nei confronti dell'opposizione, proprio come l'Unione di Centro ha auspicato, e favorito dal modo deciso e rigoroso con il quale il presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone, sta guidando i lavori d'Aula”.
 
“L'Udc ribadisce il suo sostegno alla manovra finanziaria anche nelle sue parti più complicate e controverse - aggiunge il segretario Udc -. Sulla unioni civili, inoltre, nessuna ostilità da parte nostra, ma un approccio aperto sul tema, come insegna la nuova Chiesa di Papa Francesco, che ha dimostrato un'apertura e sensibilità assolutamente nuova. Certo, per la delicatezza e complessità della questione, è giusto e legittimo lasciare piena libertà di coscienza”.
 

Articolo pubblicato il 09 gennaio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus