Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Per superare l’empasse. Leanza: “Apriamo ai privati”
di Dario Raffaele

Con il Por 2007-13, 30 milioni a disposizione per la promozione. La Regione manterrà la tutela e la responsabilità scientifica

Tags: Por 2007-13



Abbiamo sentito l’assessore regionale ai BB.CC. Lino Leanza.
Come commenta i dati relativi alla fruizione dei beni culturali per il 2008?
“Il trend negativo è complessivo e riguarda l’intero territorio nazionale. Per quanto riguarda il dato siciliano, questo non può essere considerato in maniera omogenea. Perché, se è vero che c’è stato un calo delle presenze, i numeri ci dicono anche che questa flessione non vale per tutti i siti regionali. Ad esempio, il duomo di Monreale mostra una flessione ma le statistiche parlano di una crescita e di un rilancio a Palermo, con un boom di visitatori alla Cuba e a san Giovanni degli Eremiti. E poi c’è da sottolineare che alcuni tra i grandi siti siciliani e i musei più importanti sono stati chiusi per lavori o svolgono un’attività ridotta perché in fase di restauro: tra questi la Villa romana del Casale di Piazza Armerina e Palazzo Abatellis di Palermo”.

Quale iniziativa sta prendendo per portare visitatori nei musei minori?
“Se i musei, grandi e piccoli, subiscono un calo delle presenze i direttori non possono più permettersi il lusso di stare tranquilli ma devono intervenire e non scaricare le responsabilità in assessorato. è necessario valorizzare i nostri beni culturali, il che significa esporre tutti i tesori di cui disponiamo e proporre idee nuove. Per questo vogliamo aprire ai privati. La Regione manterrà la tutela e la responsabilità scientifica ma vogliamo affidare ai privati la gestione a patto che siano affidabili e ci diano precise garanzie per un corretto utilizzo del bene”.

Il 90% del Por speso per restauri, quanto si investe in promozione e valorizzazione su circuiti internazionali?
 “Con il Por 2007-2013 avremo a disposizione 30 milioni di euro all’anno e non li destineremo tutti al restauro. In questo settore siamo già intervenuti negli anni passati in maniera concreta: adesso pensiamo piuttosto di utilizzare queste risorse per la promozione dei nostri siti”.

Articolo pubblicato il 18 settembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Il flop dei musei siciliani ignorati -
    Musei. Una vetrina appannata per i BB.CC. isolani.
    Presenze in calo. Le rilevazioni dell’assessorato ai BB.CC. su 57 dei 107 siti a gestione regionale parlano di una diminuzione di presenze nei principali complessi archeologici di Siracusa, Agrigento e Taormina.
    Musei minori. Le cifre parlano poi di vertiginose discese di presenze nei musei minori: nell’area archeologica di Mineo (Ct) si sono registrate 33 presenze paganti per un totale di 50 euro.
    (18 settembre 2009)
  • Fondi grandi opere. In attesa di capire l’utilizzo di questi soldi - (18 settembre 2009)
  • Per superare l’empasse. Leanza: “Apriamo ai privati” -
    Con il Por 2007-13, 30 milioni a disposizione per la promozione. La Regione manterrà la tutela e la responsabilità scientifica
    (18 settembre 2009)


comments powered by Disqus
Lino Leanza, assessore regionale ai Beni Culturali
Lino Leanza, assessore regionale ai Beni Culturali