Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Arsgate, altri rimborsi ridicoli: dalle mance di un euro al gelato
di Redazione

Tra le cartelle dell'inchiesta condotta della Procura di Palermo addirittura uno scontrino da 8,80 euro per il rimborso di un gelato. Pagate indennità extra ai collaboratori dei deputati con i soldi dei contribuenti

Tags: Arsgate, Sicilia, Regione, Parlamento Siciliano, Ardizzone, Messineo, Agueci



Non solo panettoni, pandori, strenne natalizie e bottiglie di vino, borse e cravatte griffate e auto in leasing. C'è anche il rimborso del gelato per un importo di 8,80 euro nelle carte dell'inchiesta condotta dalla Procura di Palermo in cui sono coinvolti 83 tra parlamentari ed ex parlamentari siciliani. Tutto veniva rimborsato dal gruppo, bastava portare lo scontrino.
 
Agli atti dell'indagine ce ne sono alcuni di importi ridicoli, pochi euro spesi al panificio o al supermercato. E qualche deputato si faceva rimborsare perfino la mancia con apposito scontrino fiscale, emesso a parte, dell'importo di uno o due euro. Per aumentare gli stipendi dei collaboratori, inoltre, venivano pagate anche particolari indennità "di guida" e "di computer". Gli interrogatori dei tredici capigruppo, chiamati a comparire davanti ai pm, cominceranno venerdì prossimo e proseguiranno per circa un mese. Ieri, si è presentato in Procura l'attuale presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone, che ha ribadito la sua massima collaborazione nei confronti della magistratura.

Articolo pubblicato il 16 gennaio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus