Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Non pagava la Siae: sequestrati tre Pc con oltre 9.000 files a Radio palermitana
di Redazione

Guerra contro le violazioni del diritto d'autore: blitz della Guardia di Finanza presso un'emittente di Termini Imerese. Il titolare denunciato all'Autorità giudiziaria per diffusione abusiva di opere protette

Tags: Guardia Di Finanza, Termini Imerese, Radio, Emittente Radifonica, Computer, Files, Brani Musicali, Palermo, Diritto D'autore, Siae



È guerra contro la violazione del diritto d’autore. Tre computer con oltre 9.000 files musicali sono stati sequestrati a un’emittente radiofonica di Termini Imerese, che fino ad oggi li ha illecitamente riprodotti e utilizzati senza la necessaria licenza Siae.
 
Il blitz. I Finanzieri del nucleo mobile della Compagnia di Termini, in provincia di Palermo, unitamente ad Ispettori della Siae del capoluogo siciliano, hanno effettuato un controllo presso la sede di una radio sita nel circondario termitano al fine di verificare il rispetto degli obblighi imposti dalla normativa che disciplina il sistema radiotelevisivo pubblico e privato e le disposizioni sulla protezione del diritto d’autore.
 
Le violazioni. Alla richiesta di esibire tutta la documentazione afferente le autorizzazioni previste dalla legge, il titolare è stato in grado di consegnare solo il decreto di concessione all’esercizio della radio diffusione a carattere commerciale in ambito locale rilasciato dal Ministero delle telecomunicazioni, ma non anche la prescritta licenza Siae in corso di validità per la diffusione di opere musicali rientranti nel repertorio gestito dalla stessa società.
Dagli ulteriori accertamenti eseguiti è altresì emerso che la radio non ha provveduto al pagamento dei diritti Siae e di quelli connessi all’esercizio dei diritti d’autore nel corso delle trasmissioni radio, con conseguente responsabilità del titolare, per diffusione abusiva di opere tutelate dal diritto d’autore, denunciato all’ Autorità Giudiziaria.
 
Sequestro e sanzioni. I militari della Guardia di Finanza hanno posto sotto sequestro 3 computer contenenti 9175 files musicali, relativi ad una play list in uso all’emittente radiofonica, illecitamente riprodotti e utilizzati per le trasmissioni. Verranno contestate anche le sanzioni pecuniarie amministrative previste dalla legge sulla tutela del diritto d’autore, che vanno da un minimo di 103 ad un massimo di 1.302 euro per ogni file musicale illecitamente duplicato o riprodotto.

Articolo pubblicato il 20 gennaio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus