Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Lo scultore del toro di Wall Street chiude il contenzioso con il fisco
di Redazione

Arturo Di Modica, artista originario del ragusano, pagherà 900 mila euro all'Agenzia delle Entrate. Gli era stata contesta la mancata dichiarazione dei redditi per oltre 5 milioni di euro di Iva non versata

Tags: Wall Street, Toro Di Wall Street, Arturo Di Modica, Ragusa, Vittoria, Stati Uniti, Usa



Una transazione tra lo scultore italo-americano Arturo Di Modica, conosciuto in tutto il mondo per la scultura del Toro realizzato davanti a Wall Street, sede della borsa di New York, e l'Agenzia delle Entrate di Ragusa ha chiuso il procedimento a carico dell'artista di Vittoria per presunte omissioni nella dichiarazione dei redditi e dell'Iva.
 
Di Modica pagherà 900 mila euro. Lo scultore era stato denunciato dalla Guardia di Finanza per la mancata dichiarazione di redditi per oltre 5 milioni di euro e di 600 mila euro di Iva non versata.
 
“La conciliazione - spiegano i suoi legali Dario Valastro e Giuseppe Pettinato - permette allo scultore di chiudere definitivamente ogni contenzioso e di concentrasi sulla sua attività artistica nella città di New York”.
Gli avvocati affermano che “non c'è stato trasferimento di denaro all'estero, come contestato dalla Guardia di Finanza perché Di Modica risiede realmente negli Stati Uniti”.
 

Articolo pubblicato il 22 gennaio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐