Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Expo 2015, la Sicilia è in ritardo
di Redazione

Lo denunciano i deputati regionali Nello Musumeci e Gino Ioppolo: "Contraddittoria e poca trasparente l'azione del governo Crocetta"

Tags: Expo 2015, Sicilia, Nello Musumeci, Gino Ioppolo, Rosario Crocetta, Lista Musumeci



I deputati regionali Gino Ioppolo e Nello Musumeci hanno presentato un’interrogazione al presidente della Regione, Rosario Crocetta, e agli assessori Vancheri e Cartabellotta sulla partecipazione della Sicilia all'Expo 2015.
 
“Contraddittoria e poco trasparente appare - secondo Ioppolo e Musumeci - l'azione del Governo regionale in quanto sembrerebbe che la Sicilia aderirà, per scelta del Governo, sia al Padiglione Euromediterraneo, insieme all'Algeria, l'Egitto, il Montenegro e la Serbia, sia al Padiglione Italia”.
 
“Grave, inoltre, - commentano i due deputati regionali della Lista Musumeci - che Crocetta abbia annunciato pubblicamente, alcuni mesi fa, lo stanziamento di ben 2 milioni di euro senza che vi sia traccia visibile di alcun atto deliberativo in tal senso”.
 
“La partecipazione della Sicilia all'Expo 2015 - sostengono i parlamentari - rappresenta per la Sicilia un’occasione formidabile per la promozione a livello internazionale delle proprie eccellenze che vanno dall'agroalimentare all'hi-tech, dal turismo alla cultura, dall'ambiente ai beni monumentali”.
 
“È necessario – concludono - coinvolgere le migliori risorse di cui dispone la Sicilia e, soprattutto occorre una visione chiara di quali sono i settori che possono rappresentare fonte di sviluppo e di progresso, mentre il governo Crocetta appare confuso, poco coinvolgente e mostra di non avere consapevolezza delle potenzialità della nostra Terra”.
 

Articolo pubblicato il 30 gennaio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus