Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Tonno rosso del Mediterraneo, scongiurato il rischio di blocco della commercializzazione
Il Comitato internazionale competente ha rinviato la proposta di inserimento della specie tra quelle vietate alla pesca. Il presidente Commisisone ambiente del Senato, D’Alì: “Occorre rivedere i criteri delle quote”

Tags: Tonno Rosso



TRAPANI - Il comitato Cites (Convention on International Trade in Endangered Species) ha rigettato e rinviato ad un successivo esame davanti all’Iccat (International Commission for the Conservation off Atlantic Tunas l’organismo internazionale che regola la pesca del tonno, ndr), la proposta di inserimento del tonno rosso tra le specie animali delle quali vietare la commercializzazione nei paesi dell’Unione Europea.

Nel darne notizia, il presidente della Commissione Ambiente del Senato, Antonio d’Alì, esprime “soddisfazione per l’esito della vicenda che aveva messo in allarme le organizzazioni e le associazioni dei pescatori e degli armatori”.
“Per il momento - aggiunge - il rischio di un blocco indiscriminato della commercializzazione del tonno rosso è scongiurato, tuttavia il tema rimane di stretta attualità e certamente dovrà essere riportato all’attenzione del Consiglio d’Europa e dei singoli Stati del Mediterraneo, e dell’Italia ‘in primis’ perché in sede Iccat si rivedano i criteri di attribuzione delle ‘quote’ annue, anche con una programmazione di lungo respiro, ma soprattutto con l’obiettivo di assicurare con il giusto equilibrio continuità alla specie ed alle attività economiche connesse”. Intanto, si è aperta ieri mattina a Palermo, presso la sede dell’Ircac di via Ausonia, la riunione dei componenti dell’Osservatorio della Pesca del Mediterraneo. Si tratta di un organo del distretto produttivo della Pesca di Mazara del Vallo-Cosvap.

Tra i temi che sono al centro dell’incontro lo stato di avanzamento del “Rapporto annuale della Pesca e dell’acquacoltura in Sicilia”. Prevista anche la riunione delle singole task-force sulle proposte nei settori della cooperazione internazionale e dell’internazionalizzazione, oltre che dell’innovazione tecnologica e dell’ambiente. All’interno dei gruppi di lavoro esponenti del mondo universitario, della finanza e di diversi paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Prevista anche la presentazione dei progetti “Forum Permanente del Mediterraneo nel settore della Pesca”, “Igiene, Qualità, Sicurezza: la sfida del settore della Pesca nel Mediterraneo” ed “Emigrazione e processi di integrazione: il ruolo della pesca nel Mediterraneo”.

Articolo pubblicato il 23 settembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Antonio d’Alì, presidente della Commissione Ambiente del Senato
Antonio d’Alì, presidente della Commissione Ambiente del Senato