Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Se tutta la Sicilia fosse come San Vito Lo Capo
di Redazione

Nella cittadina della Provincia di Trapani è boom di turisti stranieri. Nel 2013 le presenze sono aumentate del 71%. Pulizia delle acque, servizi ed eventi hanno fatto la differenza

Tags: San Vito Lo Capo, Turismo, Stranieri, Turisti



È boom del turismo straniero a San Vito Lo Capo. La cittadina siciliana della Provincia di Trapani, meta particolarmente apprezzata da visitatori italiani e stranieri, continua a brillare come isola felice nel turismo siciliano. Nel 2013 le presenze straniere sono aumentate del 71%, passando da 81.697 a 140.263. Al di fuori dei confini nazionali i visitatori prediligono, per le loro vacanze, i mesi di bassa stagione con novembre che fa registrare un'impennata impressionante: nel mese le presenze straniere sono passate da 516 nel 2012 a oltre 20 mila nel 2013.
 
Secondo i dati elaborati dall'Ufficio statistica della Provincia di Trapani continuano a crescere anche le presenze in generale, che comprendono sia il turismo straniero che quello italiano e passano da 481.903 a 555.736, registrando quindi un aumento del 15,3%, mentre agosto è diventato un mese che, in linea con le politiche di destagionalizzazione, segna una leggera flessione delle presenze complessive del 5,8%.
 
Aumentano anche gli arrivi di turisti italiani e stranieri, cresciuti del 5,1%, ma sono gli arrivi dall'estero che fanno la differenza, incrementati del 39,3%, con picchi nei mesi di maggio e settembre, il mese in cui da 16 anni si svolge il Cous Cous Fest.
 
“Il nostro territorio - spiega Matteo Rizzo, sindaco di San Vito lo capo - offre ai suoi visitatori non soltanto le sue incredibili bellezze naturalistiche, come la spiaggia pluripremiata per la pulizia delle acque, i servizi offerti e la riserva naturale dello Zingaro ma anche un calendario di eventi e iniziative che si snoda da aprile a novembre, che fa sì che la stagione turistica si prolunghi per 9 mesi dell'anno”.
 

Articolo pubblicato il 24 febbraio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐