Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sempre più facile pagare le bollette, servizi e tributi online
di Andrea Carlino

Diversi istituti finanziari insieme per un nuovo servizio di e-Billing

Tags: Internet, Cbill, Web



CATANIA - In un contesto economico in profonda trasformazione, nel quale ciascun attore sta attuando ingenti sforzi al fine di recuperare efficienza ed efficacia, il settore bancario italiano sta investendo risorse ed energie per la creazione di importanti soluzioni a supporto del processo di invio e riscossione di conti spesa. In relazione a ciò, gli Istituti Finanziari aderenti al Consorzio Cbil (Intesa Sanpaolo, UniCredit, Banco Popolare, Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio), stanno implementando un nuovo servizio di e-Billing denominato Cbill.
 
Si tratta di un servizio messo a punto per permettere anche a coloro che hanno il loro conto corrente online di pagare via internet bollette, servizi e tributi. Il Cbill andrà ad affiancare le altre forme di pagamento: ufficio postale, sportello bancario, tabaccaio (Lottomatica e Sisal) e grandi supermercati, ampliando quindi la possibilità di pagamento del consumatore. Ciò significherà fare meno file e quindi perdere meno tempo, non dover rispettare orari di apertura e chiusura, avere sotto controllo i propri pagamenti.
 
La scelta, se pagare via internet oppure no, spetterà unicamente al singolo consumatore che deciderà in base alle proprie esigenze. Si potranno pagare bollette e utenze domestiche (luce, gas, telefono) polizze assicurative, abbonamenti al trasporto pubblico, spese condominiali, passaporto, patente e bollo auto, canone Rai, sanzioni amministrative (multe), Irap e Irpef, concessioni edilizie, affissioni, ticket sanitari, rette scolastiche e tasse universitarie.

Secondo una recente indagine Ipsos il 20% degli italiani preferisce pagare le bollette via internet e più della metà ritiene il canale online più comodo e veloce. Oggi la possibilità di pagare bollette, tasse e fatture via web è circoscritta alle aziende pubbliche o private che hanno stretto una convenzione con la banca di cui si è clienti. Grazie al Cbill e all’infrastruttura condivisa su cui è basato il servizio, invece, sarà possibile pagare attraverso il proprio conto online le bollette di tutte le aziende di servizi che hanno stretto una convenzione anche con uno solo degli oltre 600 istituti che aderiscono al Consorzio Cbil.

Articolo pubblicato il 26 febbraio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus