Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Regione fra i consumatori: assistenza e informazione
di Redazione

Obiettivo è di essere non solo interlocutori ma compartecipi dei disagi

Tags: Regione Siciliana, Consumatori



PALERMO - “Ha preso il via il nuovo Programma Generale della Regione Siciliana, il cui fine è quello di migliorare l’assistenza e l’informazione dei consumatori siciliani dell’Isola.

“La Sicilia fra i consumatori”: sin dalla scelta del “titolo” da dare al Programma Generale, il Servizio 6° della Segreteria Generale della Regione Siciliana ha voluto indicare l’obiettivo che si prefigge nella realizzazione degli interventi ammessi a finanziamento: essere non più interlocutore dei consumatori posto al di là di una scrivania, ma compartecipe di disagi e difficoltà che, nella vita di ogni giorno, i cittadini incontrano con il mancato rispetto dei diritti sanciti dal Codice del Consumo.

Non era semplice, proprio a causa delle difficoltà economiche presenti nel bilancio nazionale, e della conseguente decurtazione effettuata sulle risorse destinate a finanziare i Programmi Generali delle Regioni, riuscire ad essere inseriti nel novero del ristretto numero (al momento solo tre) di Regioni i cui Programmi Generali sono stati ammessi a finanziamento.
Nello specifico, “La Sicilia fra i consumatori”  è composto da sette interventi, di cui uno realizzato direttamente dalla Regione e sei dalle associazioni dei consumatori, riunite in partnership.

Varie sono le tematiche che saranno oggetto di approfondimento e di divulgazione fra i consumatori, utilizzando diverse metodologie di informazione e assistenza, suddivise, queste ultime, equamente tra metodologie tradizionali (sportelli, incontri con ragazzi, anziani, pubblicazioni e pamphlet informativi, etc.) e innovative (consulenze on line, siti web tematici, social network, etc.).

Relativamente alle azioni previste dall’intervento che sarà realizzato direttamente della Regione, esse possono essere sinteticamente indicate nei seguenti punti:
•    realizzazione e diffusione del “Codice del turismo commentato”, strumento fruibile da tutti in quanto avrà un taglio molto pratico e sarà indirizzato non solo agli “addetti ai lavori”;
•    realizzazione e diffusione della pubblicazione “La Sicilia racconta: 5 anni di giurisprudenza del consumatore”;
•    prosecuzione della campagna informativa, rivolta soprattutto ai ragazzi in età scolastica, circa i  pericoli derivanti da un uso improprio del web, nelle sue varie espressioni: social network,  giochi on line, siti web non sicuri, etc.
•    implementazione ed aggiornamento del sito istituzionale della Regione dedicato ai consumatori ioconsumatore.eu.

Articolo pubblicato il 05 marzo 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus