Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Fondi extra alla Formazione, condanna per Raffaele Lombardo, burocrati ed ex assessori
di Redazione

La Corte dei Conti ha condannato l'ex presidente della Regione, l'attuale segretario generale Patrizia Monterosso e altri 7 tra ex assessori e dirigenti a risarcire 4 mln €

Tags: Formazione, Raffaele Lombardo, Patrizia Monterosso, Corte Dei Conti, Scandalo Formazione, Santi Formica, Carmelo Incardona, Luigi Gentile, Alessandra Russo, Maria Carmela Di Bartolo, Salvatore Di Francesca, Nino Emanuele



Sembra non finire mai la bufera per la Formazione professionale siciliana. I giudici della Corte dei Conti hanno condannato politici e burocrati per la vicenda dei fondi extrabudget della Formazione a un risarcimento complessivo di oltre 4 milioni di euro.
Somme che sarebbero state assegnate agli enti di formazione in aggiunta a quelli previsti dal Prof (il Piano regionale dell'offerta formativa).
 
L'attuale segretario generale Patrizia Monterosso dovrà restituire alla Regione quasi 1 milione e 279 mila euro.
 
L'ex presidente della Regione Raffaele Lombardo 220 mila euro.
 
Condannati anche gli ex assessori Santi Formica, con 379 mila euro, Carmelo Incardona, 830 mila euro, Luigi Gentile, 224 mila euro, la dirigente Alessandra Russo 378 mila euro, Maria Carmela Di Bartolo, 474 mila euro, Salvatore di Francesca, 108 mila euro e l'ex ragioniere generale Nino Emanuele, 365 mila euro. Tutti sono stati condannati anche al pagamento delle spese legali.
 
Unica assolta Loredana Esposito, direttore presso la Ragioneria Centrale.
 

Articolo pubblicato il 14 marzo 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐