Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Università di Palermo in soccorso delle associazioni di volontariato
di Andrea Uzzo

L’Ateneo ha stanziato 63 mila euro. I destinatari del bando hanno tempo fino al 7 aprile. Verranno privilegiate le onlus dedite all’istruzione e alla formazione

Tags: Volontariato, Università, Unipa, Onlus



PALERMO – Complice la crisi economica e i tagli alla erogazioni di fondi da parte delle fondazioni bancarie, le organizzazioni del terzo settore stanno “soffrendo” parecchio la mancanza di risorse per portare avanti i loro progetti.

Adesso in loro soccorso scende l'Università degli studi di Palermo. Le associazioni riconosciute di volontariato e di solidarietà e le onlus con sede legale nella Sicilia occidentale, e precisamente nelle province di Palermo, Agrigento, Caltanissetta e Trapani, potranno infatti ricevere un contributo per le loro iniziative sociali. In favore di queste ultime l'Università di Palermo ha destinato una somma complessiva pari a poco più di 63 mila euro.

La finalità di concedere un contributo di solidarietà ad associazioni ed onlus della Sicilia occidentale è – spiegano da Palazzo Steri – di “valorizzare il ruolo del volontariato e dell’associazionismo che opera in campo sociale come espressione di partecipazione e solidarietà”. L’importo massimo che potrà essere richiesto da ciascuna associazione od onlus, per le singole iniziative non potrà essere superiore alla cifra di 5 mila euro, somma che sarà erogata per attività che dovranno necessariamente svolgersi nell’anno corrente. Per potere accedere al contributo l'Università ha predisposto un bando: ciascuna organizzazione dovrà presentare un'apposita richiesta non oltre il prossimo 7 aprile.

Gli interventi contributivi – illustrano dagli uffici dell'Università – saranno assegnati privilegiando associazioni ed onlus che perseguiranno obiettivi destinati alla tutela e all’istruzione dell’infanzia e dell’adolescenza; alla formazione di giovani con disagio socio-economico; all’integrazione culturale di etnie diverse. Inoltre – aggiungono ancora dall'Università – non potranno partecipare alla selezione organizzazioni che hanno avanzato richieste di finanziamento a valere sui fondi delle attività culturali e sociali studentesche.
 
La richiesta di finanziamento dovrà essere indirizzata al rettore e dovrà essere redatta e sottoscritta dal legale rappresentante dell’associazione o della onlus proponente. L'istanza potrà essere spedita a mezzo di raccomandata postale o potrà essere consegnata entro le ore 13 del 7 aprile (in caso di raccomandata farà fede la data del timbro postale di partenza), al seguente indirizzo: Università degli Studi di Palermo – Ufficio protocollo “Contributo di solidarietà” – Settore orientamento, Promozione e placement Uob iniziative culturali, sociali e contro la criminalità organizzata Piazza Marina, 61 – 90133 Palermo.

Articolo pubblicato il 19 marzo 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus