Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Biocarburanti, la Regione si sveglia
di Rosario Battiato

Nella programmazione 2014-2020 la filiera per ottenere energia da rifiuti, scarti agricoli, industriali e residenziali. Giro d’affari potenziale di 100 mln l’anno e almeno 2.000 lavoratori in più

Tags: Biocarburante



PALERMO - Il futuro della Sicilia passa dal superamento di alcuni blocchi che ne impediscono la crescita: rifiuti, trasporti insostenibili, agricoltura in crisi, modelli insostenibili di sviluppo, prodotti petroliferi. Alcune delle magagne più grandi dell'Isola potrebbero trovare un parziale sollievo grazie all'incentivazione della filiera dei biocarburanti dai rifiuti, un settore che gli addetti ai lavori prevedono che esploderà nel giro di qualche anno per andare a sostituire, entro il 2030, almeno il 16% del fabbisogno di prodotti petroliferi nel settore del trasporto di tutta l'Ue. Una ricetta valida per la Sicilia che da una raccolta differenziata spinta che punti sull'organico, sul legno e sui residui da agricoltura potrebbe attivare occupazione e giro d'affari, riducendo, al contempo, le emissioni inquinanti del settore dei trasporti.

Articolo pubblicato il 22 marzo 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus