Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia

Messina - Accorinti sceglie “l’eccellenza” per la gestione del ciclo-rifiuti
di Francesco Torre

Il nuovo consulente scelto dal sindaco viene da Capannori, che è il Comune più virtuoso d’Italia. Fine dell’esperienza Ato-MessinAmbiente con Di Maria. Ora tocca all’esperto Ciacci

Tags: Messina, Renato Accorinti, Rifiuti



Messina - Nell'arco del suo interregno aveva minacciato le dimissioni più volte, e qualche volta le aveva anche rassegnate, salvo poi tornare sempre sui proprio passi. Lo scandalo del mese scorso con tutti i documenti in Procura però non gli deve essere proprio andato giù, così come il comportamento della Giunta. E così, dal 21 marzo, per Armando Di Maria si è definitivamente chiusa l'esperienza professionale di commissario liquidatore di MessinAmbiente. Una separazione consensuale, decisa a margine di una lunghissima assemblea dei soci in contemporanea con l'addio dei revisori dei conti, che l'assessore Daniele Ialacqua non ha esitato a definire forse troppo enfaticamente “una svolta storica”.

Nelle intenzioni del sindaco Accorinti, infatti, adesso si dovrà velocizzare l'iter per la messa in liquidazione della società e la costituzione di un nuovo soggetto che possa superare il binomio MessinAmbiente-Ato3, quell'animale bicefalo da cui hanno avuto origine tutti i recenti mali cittadini nel settore dei rifiuti, maxi-Tarsu compresa. Un'operazione difficile, che richiede competenza e freschezza, doti che non sembrano mancare al successore di Di Maria, presentato in conferenza stampa il giorno dopo la burrascosa assemblea. Si tratta di Alessio Ciacci, 34 anni originario di Lucca, Personaggio Ambiente italiano dell'anno 2012, assessore di Capannori, comune più virtuoso d'Italia nella gestione del ciclo dei rifiuti.

Nominato da Accorinti su consiglio del segretario generale Antonio Le Donne, che con lui ha già condiviso un'esperienza amministrativa in Toscana, Ciacci è considerato un esperto di caratura nazionale in tema di strategia “Rifiuti Zero”, e ha ricoperto e ricopre incarichi prestigiosi non solo a carattere locale.

Lo slogan con cui è stato presentato alla città è stato “dall'emergenza all'eccellenza”. Parole che presto dovranno lasciare spazio ai fatti, a cominciare dalla posizione sulla realizzazione della nuova discarica di Pace, su cui già pendono i rilievi formali di Wwf e di altre associazioni ambientaliste.

Articolo pubblicato il 27 marzo 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus