Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Dal cuore delle Alpi, l’affascinante Merano e la “Primavera culturale del Tirolo”
di Nicoletta Fontana

La nota stazione termale è ancora oggi il fulcro vitale della zona, da non perdere la chiesa di San Pietro e il museo cittadino

Tags: Merano, Tirolo



Merano  è un’incantevole cittadina nel cuore delle Alpi, ricca di bellezze naturali, architettoniche e culturali. Si trova tra la Val Venosta e la Val  Passiria, una regione ricca di contrasti e caratterizzata da un clima mediterraneo. Le valli contemplano meravigliosi borghi in cui la vita di città si incontra con quella rurale e la flora alpine, grazie al clima mite si mischia a quella mediterranea, rendendo questo comprensorio unico e affascinante.

La stazione termale scoperta nel lontano XIX secolo,  ha accolto ospiti illustri come la principessa Sissi, Richard Strauss e lo scrittore Franz Kafka, ed ancora è il fulcro vitale di questo luogo. Passeggiando per il centro storico sentiamo forte la presenza del dominio Asburgico e le decorazioni tirolesi delle case sono la viva testimonianza. Tanti gli itinerari culturali da non perdere: la Chiesa di San Pietro, il Museo cittadino, Castel Tirolo, la Chiesetta di San Patroclo, Castel Trauttmansdorff o il Touriseum dedicato al turismo in Alto Adige.

EVENTI
In primavera tante sono le iniziative che la città di Merano offre ai suoi visitatori coprendo esigenze per tutti i gusti.  Dal 6 aprile al 25 maggio si apre la Primavera culturale del Tirolo, una serie di concerti che rivisitano la musica tradizionale e popolare proponendo interessanti miscele di strumenti e note, oltre innovatori gruppi sperimentali che suoneranno con vecchi strumenti a fiato. Palcoscenico di queste kermesse i vecchi castelli e le  tradizionali osterie in cui si potrà anche godere delle specialità enogastronomiche  locali.

Dal 19 aprile al 4 maggio il “Dente di leone” (fiore tipico della zona) diventa  il protagonista della settimana perché sette strutture alberghiere,  trattorie  e ristoranti  proporranno ricette in suo onore.
Il tarassaco detto dente di leone, oltre a essere un ottimo ingrediente in cucina è anche famoso per avere proprietà terapeutiche.

Il 21 aprile è la volta della corsa  dei cavalli Haflinger che si svolge  presso l’Ippodromo di Merano. Una tradizionale competizione che risale già dalla fine del 19° secolo il Lunedì di Pasqua.  Alle 10.30, cavalli e cavalieri, accompagnati da bande musicali e carri, partono da Porta Venosta in un corteo che, attraverso la città, li accompagna fino all’Ippodromo, dove alle 12,30 sono previsti i saluti di benvenuto.  Per l’occasione, come da tradizione, le tavole saranno imbandite da prelibati prodotti locali.

DA SAPERE
Gli Haflinger sono una razza molto docile e amata dai bambini. La razza nacque in Val Venosta nel 1874 dall’incrocio tra uno stallone arabo con una fattrice locale. Successivamente, il paese di Avelengo (Hafling) diede il nome alla razza e oggi il cavallo Haflinger è uno dei simboli dell’Alto Adige.
http://www.hafling-meran2000.eu/it/

I SENTIERI
Gli amanti delle passeggiate potranno sbizzarrirsi tra i tanti sentieri tra cui quello della Roggia di Marlengo dal quale si può ammirare un fantastico panorama, o il sentiero Roggia di Laduno che attraversa frutteti e vigneti  per poi inoltrasi in un fitto bosco fino arrivare al castello  di Plars.

MOUNTAIN BIKE
Le molteplici piste ciclabili  e i  percorsi adatti per tutti i livelli sono la gioia di grandi e piccini e da quando è entrato in funzione il treno della Val Venosta si ha la possibilità di scoprire la vallata anche in treno in cui è possibile caricare la bici per prendersi un attimo di riposo e godersi i panorami comodamente seduti. Infomobilità: 840 000 471

BENESSERE
Le terme di Merano dal 2005 rappresentano il polo del benessere. La struttura in vetro e acciaio circondata da un parco secolare è il luogo ideale per coloro che desiderano farsi coccolare e rilassarsi e trarre beneficio dalle antiche acque termali. Chi volesse invece perdere qualche chilo di troppo e imparare ad alimentarsi correttamente, lo potrà fare  attraverso l’innovativo concetto di Biontologia, fondato da Henri Chenot, rifugiandosi all’interno dell’Hotel Palace: luogo ideale dove soggiornare all’insegna di una vera e propria remise en forme che contemplerà mente e corpo.
 

 
HOTEL
 
Hotel Palace
www.palace.it

Hotel Tryol
www.hotel-tyrol-schenna.com

Hotel Schenna Resort
www.schennaresort.com

Hotel Juliane
www.juliane.it

Articolo pubblicato il 28 marzo 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus