Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Progetto siciliano per produrre energia dagli scarti delle arance
di Redazione

Le agro-energie sono potenzialmente la ricchezza di Sicilia, eppure non esista ancora una filiera avviata del settore. Per iniziativa privata nasce finalmente un progetto per utilizzare il pastazzo da agrumi. Lo finanzia la Coca Cola Foundation. 

Tags: Coca Cola, Energia, Scarti, Università Di Catania



CATANIA - Ha preso il via la scorsa settimana, presso l'università degli studi di Catania, un progetto di ricerca, finalizzato allo studio sull'agro-energia da pastazzo di agrumi, finanziato dalla Coca Cola Foundation (per un importo complessivo pari ad euro 380 mila euro) al distretto degli Agrumi e all'università di Catania. Si tratta di un esperimento innovativo coordinato dal distretto che ha lo scopo di valorizzare lo scarto della trasformazione degli agrumi, il pastazzo appunto, da rifiuto a fonte di energia. Il progetto si comporrà di due parti: una prima fase di studio e ricerca ed una seconda parte che vedrà invece la realizzazione dell' impianto pilota. "Ritengo che l'intervento e l'interesse di una multinazionale privata come la Coca Cola - dice l'assessore alle Risorse agricole Dario Cartabellotta - sia una grande opportunità per la Sicilia, oltre che l'esempio di una sintesi perfetta tra la globalizzazione e l' identità. Finalmente si va verso una strada che non vede nella globalizzazione una scomparsa delle identità ma un'opportunità perché le identità possano affermarsi".
 
Leggi le nostre inchieste che promuovono sul territorio regionale la filiera della produzione di energia da rifiuti urbani, scarti dell'agricoltura e i residui della potatura.
 
 
 
 
 

Articolo pubblicato il 02 aprile 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐