Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il percorso virtuoso in atto nella Provincia di Siracusa
di Rosario Battiato

La decisione di introdurre il consulente nel 2004 ha portato buoni frutti. L’esperto: “Nel 2004 nessuno sapeva qual era il reale consumo”

Tags: Salvo Rametta



SIRACUSA – La provincia aretusea ha beneficiato già dal 2004 dell’introduzione nell’organico di un Energy manager e da pochi mesi è stata confermata questa importante figura, che permette una gestione razionale e sostenibile dei consumi energetici.
L’esempio della Provincia regionale di Siracusa dovrebbe rappresentare un importante punto di riferimento per quelle realtà che ancora non hanno compreso come il problema energetico sia la sfida più rilevante di questi decenni.

“Abbiamo creato – ha spiegato Salvo Rametta, Energy manager della Provincia regionale di Siracusa dal 2004 al 2008 - un database dei consumi dell’Ente, visto che prima del 2004 nessuno all’interno della Provincia sapeva quali erano i reali consumi di energia (elettrica, termica e carburanti), così nel medesimo anno è stato pubblicato il primo bilancio energetico dell’Ente. Successivamente si è proceduto, in totale sintonia con l’ufficio del Patrimonio, a dismettere parecchie forniture inutili o utilizzate da altri, l’esempio classico era l’utenza di alcune scuole dove gli immobili erano in affitto e scaduto il contratto di locazione non si provvedeva a disdire il contratto Enel che continuava ad inviare le bollette”.

Eppure qualcosa, perlomeno a livello legislativo, pare cominci a muoversi.
“Negli ultimi anni - ha proseguito Rametta - sono stati fatti interessanti passi in avanti, anche la legislazione è cambiata. Il Decreto Legislativo n. 192/05 ha previsto che, negli Enti locali obbligati dalla legge 10/91, il responsabile per l’uso razionale dell’energia ha il compito di verificare che i progetti di nuove costruzioni rispondano agli obblighi previsti dall’art. 26 della stessa Legge, rilasciando una specifica attestazione”.

Articolo pubblicato il 26 settembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Energy manager, sprecati 80 mln -
    Consumo. Le inadempienze della Pa e il mancato controllo.
    La figura. Il consulente per l’energia previsto dalla legge 10 del 1991, è obbligatorio nelle pubbliche amministrazioni. Nell’Isola è stato introdotto da 16 Comuni su 390 e 4 Province regionali su 9.
    Il risparmio. Dal rapporto tra il consumo energetico regionale, laddove la figura è stata introdotta, e quanto pagato, si stima che in Sicilia potrebbero essere detratti 80 milioni dalle bollette intestate agli enti locali
    (26 settembre 2009)
  • Appalti pubblici. L’assenza porta grane, fioccano i ricorsi al Tar - (26 settembre 2009)
  • Apea, l’unica agenzia per l’energia nell’Isola -
    Ha sede ad Enna la struttura riconosciuta e finanziata dall’Ue. La finalità: supporta la redazione dei nuovi impianti
    (26 settembre 2009)
  • Il percorso virtuoso in atto nella Provincia di Siracusa -
    La decisione di introdurre il consulente nel 2004 ha portato buoni frutti. L’esperto: “Nel 2004 nessuno sapeva qual era il reale consumo”
    (26 settembre 2009)


comments powered by Disqus
Salvo Rametta, Energy manager della Provincia regionale di Siracusa dal 2004 al 2008
Salvo Rametta, Energy manager della Provincia regionale di Siracusa dal 2004 al 2008