Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Anticipazione Paes a Comuni, on line piattaforma per chiedere i contributi
di Redazione

Piani di azione per l’energia sostenibile, si dà corso al decreto per ottenere il 40% del contributo riconosciuto. Disponibili 30 milioni, il saldo sarà versato dopo la validazione della Commissione europea

Tags: Paes, Energia



CATANIA - Come previsto dal decreto del dipartimento Energia, che il 4 ottobre 2013 ha avviato il programma di finanziamento dei Comuni siciliani per la elaborazione e presentazione dei Piani di azione per l'energia sostenibile (Paes), è on-line la piattaforma informatica. All'indirizzo piattaforma.energia.sicilia.it è possibile gestire le istanze e i dati per l'ottenimento dell'anticipazione del 40% del contributo riconosciuto e, successivamente, ad avvenuta validazione da parte della Commissione europea, potrà essere richiesta la liquidazione del saldo del contributo. Le istanze verranno gestite a sportello nel periodo 31 marzo-30 settembre 2014.

È stato reso operativo il punto fondamentale su cui si incentra il sostegno della Regione siciliana a tutti i Comuni siciliani per adottare nel più breve possibile i piani energetici comunali su cui si concentrerà l'impegno finanziario della prossima programmazione comunitaria 2014-2020.

"Questo risultato - spiega l'assessore regionale all'Energia, Nicolò Marino - è la dimostrazione che gli impegni del programma del Governo Regionale per la Sicilia trovano attuazione e il finanziamento di tutti i Comuni, per rendere operativa l'adesione al Coverant of Majors (Patto dei Sindaci,) è l'esempio che altre Regioni Italiane stanno seguendo, nella consapevolezza che le politiche energetiche su base locale possono e devono essere un volano reale, efficace e celere per creare sviluppo economico e occupazione".

Il Patto dei Sindaci è finanziato con una dotazione finanziaria di 30 milioni di euro. Per la redazione dei Paes sono stati impegnati circa 7,7 milioni di euro per tutti i 390 Comuni dell'Isola, la restante parte delle risorse verranno destinate per la progettazione esecutiva delle azioni previste nei piani tramite un fondo di rotazione con una dotazione iniziale di circa 10 milioni di euro e la restante parte per la costituzione di un fondo di garanzia a favore delle piccole e medie imprese per facilitare l'accesso al credito bancario per le Energy Service Company siciliane che in sede di bandi parteciperanno al piano di investimenti che perverranno dai Comuni.

Articolo pubblicato il 08 aprile 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus