Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Di alcol si muore ancora: è causa di quasi 17 mila decessi nel 2010
di Redazione

Gli ultimi dati diffusi dall'Osservatorio nazionale Alcol-Cneps dell'Istituto Superiore di Sanità e della Società italiana di Alcologia. In Sicilia i valori più bassi, ma il fenomeno non può essere sottovalutato. 

Tags: Alcol, Morti, Conseguenze, Abuso Di Alcol



ROMA - In Italia nel 2010 sono morte per cause totalmente o parzialmente attribuibili all'alcol 16.829 persone al di sopra dei 15 anni, di cui 11.670 uomini e 5159 donne. E' quanto emerge da alcuni dati presentati all' "Alcohol Prevention Day" organizzato oggi a Roma dall'Osservatorio nazionale Alcol - Cnesps dell'Istituto Superiore di Sanità e dalla Società italiana di Alcologia.
 
Le conseguenze La tipologia di decessi varia a seconda delle fasce di età: tra i giovani sono più comuni cadute, omicidi, suicidi e altri incidenti, mentre nella fascia di età over 60 sono più diffuse malattie parzialmente attribuibili al consumo di alcol, cadute, omicidi, suicidi e altri incidenti. Nel complesso in Italia il 20% dei decessi tumori maligni negli uomini e il 6,9% di quelli nelle donne è attribuibile all'alcol, così come il 37% delle morti in incidenti stradali negli uomini e il 18% nelle donne. Un decesso su tre tra i maschi e uno su cinque tra le donne - viene evidenziato - sarebbero evitabili non mettendosi alla guida dopo aver bevuto.
 
I dati per regione A livello regionale i valori più elevati di decessi attribuibili all'alcol tra gli uomini si registrano in Valle d'Aosta, nella Provincia Autonoma di Trento, in Molise, in Basilicata e in Calabria, mentre i valori più bassi si registrano in Sicilia e nelle Marche. Tra le donne il valore più elevato di decessi si registra in Molise, seguito dalla Valle d'Aosta, Puglia, Basilicata, Calabria, Piemonte e Veneto, mentre quelli più bassi si osservano nel Lazio e in Sardegna.
 

Articolo pubblicato il 09 aprile 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus