Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Come scegliere la bolletta della luce e del gas per pagare di meno?
di Valeria Cannizzaro

Mettendo a confronto le offerte degli operatori, è possibile scegliere la bolletta di luce e gas senza spendere troppo.

Tags: Bolletta, Luce, Gas, Prodotti Eni, Eni



Chi non ha mai pensato di voler risparmiare sulle bollette dell’energia? Il risparmio è il primo obiettivo di ogni consumatore che, accanto ad un’oculata e attenta gestione dei consumi, cerca di abbinare le scelte giuste. Scegliere uno dei prodotti di Eni o uno di quelli di Enel o di Illumia, infatti, può fare la differenza perché le offerte cambiano.
 
Confrontare le offerte di luce e gas ci permetterà di capire come in realtà le differenze di possano riscontrare non solo da un operatore all’altro ma anche nell’offerta dello stesso operatore. Sapevate, per esempio, che esistono bollette che si pagano in base al consumo di energia sulla fascia oraria?
 
E che è possibile scegliere tra l’erogazione di energia tradizionale (quella con combustibili) e quella rinnovabile (prodotta da fonti naturali come il sole, l’acqua, il vento, etc.)? E ancora, che è possibile unire le bollette della luce e del gas in un’unica soluzione?
 
Sapevate che gli operatori del mercato libero e quelli del servizio di maggior tutela seguono principi diversi nella formulazione delle tariffe? Ecco, tenersi aggiornati su tutti questi fronti ci permetterà di analizzare nel dettaglio le offerte e scegliere quella più economica e che si adatti al nostro profilo di consumatore.
 
Se siamo lavoratori che rientrano a casa solo la sera e nel weekend, per esempio, ci converrà scegliere una tariffa bioraria che abbassa il prezzo del consumo energetico in quelle ore e lo aumenta durante il giorno. Nel caso di una famiglia, invece, sarà più conveniente sceglierne una monoraria, in cui il prezzo del consumo è uguale a tutte le ore del giorno e della notte.
 
E perché no, se volete ridurre l’inquinamento nella vostra città e consumare energia pulita, è possibile chiedere un’erogazione energetica da fonti rinnovabili che sicuramente ci aiuteranno a spendere meno in bolletta e ad incrementare il miglioramento delle condizioni ambientali in cui viviamo.
 
O ancora, se siete stanchi di pagare due bollette separate per la luce e per il gas, è possibile richiedere la domiciliazione unica delle due utenze: in un'unica bolletta, infatti, avrete i dettagli di pagamento e di consumo dell’energia elettrica e del gas. Queste sono le cosiddette bollette “dual fuel”.
 
Come fare a capire quale sia l’offerta migliore per noi? Prima di tutto sarà bene analizzare il nostro modo di consumare, in seconda analisi, sarà bene utilizzare uno strumento utile a confrontare tutte le offerte del caso.
Con l’aiuto del portale di confronto tariffe SuperMoney, per esempio, siamo riusciti a conoscere le offerte più convenienti per un utente di Catania che voglia risparmiare sulla bolletta della luce e del gas e che, di solito, spende 100 euro a bolletta.
 
Gli operatori di energia più competitivi a Catania per questo tipo di richiesta, sono Enel e quelli del servizio di maggior tutela. Enel, offre la tariffe e-light al prezzo bloccato di 696,1 euro all’anno: nella bolletta sono compresi sia il prezzo della luce (225,6 euro) che quello del gas (470,5 euro) e inoltre, la tariffazione avviene seguendo le fasce biorarie di cui si è detto prima.
 
Il servizio di maggior tutela, invece, offre sia una tariffa bioraria che una monoraria: la prima è al prezzo indicizzato Aeeg di 752,3 euro (luce 255,6 e gas 496,7 euro), mentre la seconda offre anch’essa un prezzo indicizzato Aeeg ma di 754,1 euro all’anno (di cui 257,4 euro per la luce e 496,7 per il gas). Tutte e tre le offerte, comunque, forniscono un’erogazione di energia tradizionale, ovvero quella prodotta e ricavata dalla lavorazione dei combustibili fossili.
 

Articolo pubblicato il 10 aprile 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐