Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Burocrazia, ecco il nuovo assetto. “Rivoluzionati” gli uffici comunali
di Melania Tanteri

Alcune novità: le manutenzioni diventano Direzione autonoma, il Traffico va con la Polizia urbana. Varata la nuova macrostruttura dell’ente. Tra gli obiettivi, ridurre i costi

Tags: Catania, Burocrazia



CATANIA - “Il primo, concreto, passo per cominciare a mettere a punto la macchina comunale così come vogliamo che diventi”. Ha commentato così il primo cittadino, l’approvazione da parte della giunta comunale della nuova macrostruttura dell’Ente, avvenuta ieri pomeriggio.

La riorganizzazione del personale del Comune, al quale la nuova amministrazione ha lavorato da mesi, è dunque pronta. Ad illustrarla ai colleghi assessori è stato l’assessore al Personale, Marco Consoli, insieme al Direttore generale di Palazzo degli Elefanti, Antonella Liotta e al Direttore Valerio Ferito.

“Stiamo rispettando la tabella di marcia che ci eravamo prefissati –ha sottolineato Marco Consoli. Avevamo detto che entro maggio avremmo varato l’impalcatura della nuova organizzazione – ha proseguito - e lo stiamo facendo. Riteniamo che, con la nuova macrostruttura, molti dei problemi che abbiamo avuto in questi mesi potranno essere a poco a poco risolti – ha aggiunto il vice sindaco - ottenendo anche una considerevole riduzione dei costi”.

Come anticipato dalla stessa Liotta che, qualche mese fa, aveva illustrato la filosofia alla base della nuova macrostruttura, “necessaria, aveva sottolineato, per implementare le regole e modificare quelle regole del gioco che ci rendono lenti. Dobbiamo essere più veloci – aveva detto il direttore generale - e cambiare i binari su cui fare scorrere i nostri vagoni di servizi che dobbiamo dare ai cittadini”. Ed ecco, dunque, la necessità di accorpare alcune direzioni e separarne delle altre.

Lo schema della macrostruttura è stato infatti messo a punto sulla base dei principi generali indicati dal sindaco e già approvati con una precedente delibera.

Tra le novità ci sono, ad esempio, il passaggio al Gabinetto del sindaco dei Servizi informativi, ossia quelli riguardanti la digitalizzazione del Comune, e delle Politiche comunitarie; inoltre, il Servizio manutenzioni diventerà Direzione autonoma, staccata dai Lavori Pubblici dove spesso non riceveva adeguata attenzione. L’Ufficio traffico urbano sarà invece inserito nella Direzione Polizia urbana e saranno unite le Direzioni Sport e Pubblica istruzione e quelle Turismo e Cultura.

“Fino a questo momento – ha spiegato Bianco - l’amministrazione ha lavorato, e ci sono state delle considerevoli difficoltà con l’organizzazione del personale ereditata. Ora – ha continuato il primo cittadino - stiamo dando la nostra impronta”. Un atto di notevole importanza sotto il profilo strategico, secondo il sindaco, “perché rappresenta in maniera schematica il modello di organizzazione del personale attraverso il quale attuare il nostro programma indirizzato alla trasparenza, all’efficienza e all’efficacia della macchina amministrativa. A quella filosofia del ‘Comune amico’ che intendiamo seguire” – ha sottolineato.

Dopo l’adozione della nuova macrostruttura, il primo cittadino ha assicurato che procederà in tempi molto brevi a nominare i nuovi responsabili delle varie Direzioni seguendo, come annunciato, il principio della rotazione. Saranno poi i direttori ad avviare l’iter per la copertura delle cosiddette Po, ossia le Posizioni organizzative, funzioni di coordinamento con un incremento della retribuzione assegnate a funzionari comunali. Lo stesso avverrà per le cosiddette Ap, le alte professionalità.

La nuova macrostruttura prevede infatti, attraverso una razionalizzazione dell’organizzazione, una drastica riduzione del numero delle cosiddette posizioni organizzative che scendono da 103 a 70, con un notevole risparmio per le casse comunali.

Articolo pubblicato il 08 maggio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Enzo Bianco
Enzo Bianco