Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Polizia in festa, reati in diminuzione
di Redazione

Celebrato il 162° anniversario della Fondazione. I dati statistici offrono spunti di ottimismo. Il questore Longo: “Costante presidio del territorio e forte azione di prevenzione”

Tags: Catania, Salvatore Longo



CATANIA - La Caserma Rinaldi, sede del X Reparto Mobile, ha fatto da cornice alla celebrazione del 162° Anniversario della Fondazione della Polizia. In Questura, la cerimonia è stata preceduta dalla deposizione di una corona d’alloro in memoria dei Caduti.

“Questa è la celebrazione – ha detto il questore, Salvatore Longo, dell’Istituzione considerata uno dei più importanti e solidi punti di riferimento della nostra democrazia e della civile convivenza della società italiana. Il momento celebrativo deve anche essere occasione per onorare i tanti poliziotti che non hanno esitato a sacrificare la vita: a loro va la nostra profonda gratitudine”.
Il questore ha ricordato alcuni dati statistici relativi all’ultimo anno, dai quali emerge la diminuzione di reati consumati, che sono stati complessivamente 14.731 a fronte dei 15.235 relativi al periodo precedente e particolarmente, nonostante un leggero aumento dei furti in alloggio soprattutto in provincia, il decremento delle altre tipologie di furti (in totale n. 9.196 a fronte di n. 9.584 del periodo precedente), degli scippi e delle rapine, con riferimento a quei reati (furti su autovetture in movimento e scippi) per i quali è tristemente noto questo centro cittadino e che lo rendono talvolta una meta poco appetibile per i turisti, a causa della strisciante percezione di insicurezza che generano.

“Questa diminuzione di reati predatori ha commentato Longo - vogliamo attribuirla al costante presidio del territorio con una forte azione di prevenzione e un adeguato contrasto della criminalità attraverso l’attuazione di soluzioni e tecniche innovative, e soprattutto di una migliore distribuzione delle risorse sia umane che materiali”.

Articolo pubblicato il 13 maggio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus