Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il Bellini a Shanghai per due concerti sold out
di Redazione

“Cavalleria Rusticana” e “Pagliacci” in Cina a spese degli organizzatori

Tags: Teatro Bellini



CATANIA - Il teatro Bellini di Catania, a spese degli organizzatori cinesi, è partito per Shanghai martedì e resterà fino al 20 maggio per due concerti che sono già sold out. Il 17 maggio allo Shanghai Chenshan botanical garden, l’indomani nella Shanghai Culture Square. “Cavalleria Rusticana” di Mascagni e “Pagliacci” di Ruggero Leoncavallo chiuderanno lo Shanghai spring international music festival. La tournèe è organizzata dal pianista cinese Xu Zhong che è stato direttore artistico del Bellini.

“Lavoro a questo progetto da quasi due anni - ha affermato Xu Zhong, che sarà sul podio per entrambi gli spettacoli - complesso e difficile per la quantità di persone e di mezzi da spostare da una parte all’altra del mondo e che rischiava di fallire per le gravi difficoltà finanziarie che da tempo ormai attraversa il Bellini. Difficoltà che ho potuto superare grazie alla disponibilità e alla ferma volontà dei miei connazionali e in particolare di tre grandi istituzioni culturali della mia città: lo Shanghai Spring International Music Festival e lo Shanghai Conservatory of Music per quanto riguarda le due opere, e lo Shanghai Oriental Broadcasting Group per quanto riguarda il concerto”. “Pur di avere il teatro di Catania qui da noi in Cina - ha spiegato il maestro - hanno deciso di pagare loro tutte le spese, da quelle di trasferta e soggiorno, alle diarie del personale, a quelle di realizzazione delle scene e dei costumi delle due opere che metteremo in scena. Non smetterò di essere loro grati per questo enorme sforzo finanziario”.
 
Oggi, con più voli a distanza di poche ore uno dall’altro, orchestra, coro e vertici del Bellini, assieme agli artisti impegnati nel concerto e nelle due opere, sono partiti alla volta della metropoli asiatica; i tecnici incaricati di montare le scene realizzate in Cina, invece, sono arrivati la scorsa settimana.

Articolo pubblicato il 15 maggio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus