Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Chiamare i cellulari dal fisso costa 33 euro meno del 2013
di Cecilia Parola

Ricerca SuperMoney: quest’anno si possono chiamare i cellulari dal fisso senza la paura di bollette salate 

Tags: Cellulari, Telefono Fisso, Bolletta, Prezzi



Telefono fisso e connessione a Internet sono due tecnologie indispensabili nella nostra abitazione, ma spesso si temono bollette troppo salate. Trovare l’offerta ADSL più conveniente (http://telefonia.supermoney.eu/adsl/) confrontando le tariffe degli operatori presenti sul mercato permette di investire pochi euro al giorno per essere connessi ventiquattro ore su ventiquattro, ma fino allo scorso anno non era possibile fare lo stesso per la rete fissa.
 
Le offerte per il telefono fisso messe a disposizione dei consumatori non sono mai state moltissime, soprattutto per chi chiama spesso i cellulari. Chi doveva accontentarsi di una tariffa a consumo, infatti, doveva anche prepararsi a spendere molto a causa del prezzo dello scatto alla risposta e del minutaggio. Anche la connessione a Internet considerando la media dei prodotti non poteva dirsi ultraveloce e utilizzando lo speedtest dell’Agcom (https://www.misurainternet.it/speed_test_dw.php) si potevano contare misure massime fino ai 20 Mb solo per tre operatori.
 
Il 2014 è però iniziato con il piede giusto. L’Osservatorio SuperMoney, unico portale online accreditato da Agcom per la comparazione delle tariffe telefoniche, ha infatti analizzato le attuali offerte del mercato della telefonia e le ha confrontate con le soluzioni proposte dagli stessi operatori durante il 2013. Il risultato è che quest’anno chiamare i cellulari dal fisso costa 33 euro meno dell’anno scorso ed aumentano anche le prestazioni della connessione a Internet.
 
L’indagine ha tenuto sotto controllo i cataloghi di sei provider telefonici, ovvero Fastweb, TeleTu, Vodafone, Tiscali, Telecom e Infostrada e ha scoperto che nel 2013 la spesa media annua per chiamate verso i cellulari limitate (pacchetti di minuti o tariffa a consumo) e connessione a Internet è stata di 420,57 euro. Quest’anno la spesa è scesa fino ai 387,60 euro, ma con tariffe molto più vantaggiose.
 
Quattro dei sei operatori usati per il confronto, ovvero Tiscali, Telecom, Infostrada e Vodafone, hanno introdotto piani tariffari per la rete fissa appositamente dedicati a chi effettua spesso chiamate verso i cellulari, estendendo anche al telefono di casa i vantaggi dei pacchetti no limits e all inclusive. Tiscali, Infostrada, Vodafone e Fastweb, invece, offrono una velocità di connessione a Internet che arriva fino a 20 Mb.
 
Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney, nel commentare la ricerca osserva che “gli operatori hanno probabilmente compreso che l’unico modo per salvare il telefono di casa era liberarlo dalla competizione col cellulare. I pacchetti tutto incluso sono sicuramente più apprezzati dai consumatori, che possono usufruire dei servizi con maggiore flessibilità”. Un passo avanti del mercato, dunque, ma bisognerà attendere nuovi risvolti.
 
“È probabile – continua Manfredi – che nei prossimi mesi assisteremo a una ulteriore convergenza dei servizi offerti nel campo delle utilities, basti pensare a quanto il nostro Paese sia in ritardo, ad esempio, sui pacchetti bundle che comprendono anche la tv. Si va verso una maggiore comodità per gli utenti, i quali faranno comunque bene a mantenere gli occhi aperti sui costi reali delle proposte dei provider”. Come ricorda l’ad si SuperMoney, i prezzi promossi non corrispondono quasi mai al costo totale della tariffa, per cui va sempre fatta molta attenzione alle spese una tantum e ai costi accessori. 

Articolo pubblicato il 22 maggio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐