Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Come tutelarsi nell’era dei Social. Consigli del Garante ai navigatori
di Andrea Carlino

Aumentare la consapevolezza degli utenti attraverso una guida

Tags: Antonello Soro, Privacy, Facebook, Twitter, Social Network



CATANIA - “Come tutelarsi nell’era dei social network”: è il titolo della nuova guida del Garante della privacy per non rimanere intrappolati nelle “reti sociali”. Gli utenti interessati possono scaricare la guida da questa pagina del sito del Garante della privacy. L’obiettivo, comunica l’Autorità, è quello di aumentare la consapevolezza degli utenti (soprattutto i più giovani) e offrire loro ulteriori spunti di riflessione e strumenti di tutela. La guida è divisa in quattro capitoli: “Facebook & co”, “Avvisi ai naviganti”, “Ti sei mai chiesto?”, “10 consigli per non rimanere intrappolati”.

Vediamo insieme i punti centrali dell’iniziativa. Diverse le raccomandazioni del Garante: prima di pubblicare qualche contenuto su Facebook o su altri social network pensa bene a quali possono essere le conseguenze per te e per gli altri. Stare attenti anche ai file multimediali. Le foto e i video che scambi privatamente magari di contenuto esplicito – si legge sulla guida – possono essere sempre copiati e inoltrati ad altre persone “fuori dal giro dei tuoi amici”.
 
Quindi bisogna prendere le opportune precauzioni e non sentirti mai sicuro al 100%. Poi rispetta gli altri: non fare agli altri quello che non vorresti che sia fatto a te e non pubblicare foto, video o altri contenuti che coinvolgono altre persone senza avere il loro consenso. E poi utilizza password e nickname diversi per i vari usi che fai di internet e quindi oltre ai social network anche mail o servizi di home banking per il conto corrente. Attenzione all’identità: non diamo per certe le informazioni sul nostro interlocutore online. Se chattiamo o scambiamo messaggi con qualcuno teniamo sempre a mente che può esserci una falsa identità. Usa l’anonimato o uno pseudonimo se lo ritieni necessario, ma non abusarne anche perché risalire all’identità dell’autore di un post su internet non è così difficile per le autorità ed infine fai attenzione alle funzioni di geolocalizzazione di social network e app per smartphone. Ricorda di disattivarle e controlla i filtri della privacy.
 
Sostiene il presidente dell’Autorità Antonello Soro: “Non esistono più barriere tra la vita digitale e quella reale: quello che succede on-line sempre più spesso ha impatto fuori da Internet, nella vita di tutti i giorni e nei rapporti con gli altri. Proprio per questo nel mondo di Internet è necessario non perdere mai di vista il corretto rapporto tra le nuove forme di comunicazione sociale e la tutela della propria e dignità e di quella degli altri”.

Articolo pubblicato il 03 giugno 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus