Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Risparmiare sulla benzina? Si può con la guida ecocompatibile
di Cecilia Parola

Per risparmiare sul carburante si possono adottare numerose contromisure, tra cui abituarsi ad uno stile di guida più ecocompatibile 

Tags: Carburante, Benzina, Risparmio, Auto, Guida, Abitudini, Prezzi, Guida



Risparmiare sulla gestione della propria auto non è una cosa così impossibile come sembra. Dal punto di vista dell’Rca, ad esempio, confrontare i prodotti di Linear con quelli di Quixa o di altre assicurazioni online permette di trovare una polizza vantaggiosa che rispetti le proprie esigenze. Quando si parla, però, di carburante cercare di risparmiare può apparire come un’impresa più ardua.
 
Anche in questo caso esistono numerose soluzioni, come cercare di rifornirsi al self service ad esempio o anche servirsi dell’Osservatorio del Ministero dello Sviluppo Economico: OsservaPrezzi Carburanti è un servizio che permette di confrontare le tariffe dei distributori locali, recentemente reso disponibile anche tramite app per smartphone per geolocalizzare le pompe di benzina più convenienti.
 
Tuttavia queste non sono le uniche soluzioni. La nostra capacità di risparmio, come per tutte le spese che riguardano il bilancio familiare, dipende direttamente dai nostri consumi. E spesso capita che questi siano superiori al nostro reale fabbisogno. Anche nel caso della nostra auto, lo stile di guida incide moltissimo sui consumi – e i relativi sprechi – di benzina e con alcuni accorgimenti e buone abitudini è possibile adottare un comportamento al volante virtuoso sia per le nostre tasche che per l’ambiente.
 
Infatti, basta pensare che modificando quel tanto che basta il nostro stile di guida possiamo arrivare a risparmiare fino al 20% sui consumi di carburante. Ma come fare? Ecco alcuni suggerimenti per iniziare da subito a guidare in modo “green”.
Se possediamo un veicolo di ultima generazione, il processo è semplificato dalla presenza della modalità “Eco”, un’impostazione di guida che regolerà i parametri dell’auto in vista di un’ottimizzazione dei consumi e di una gestione più intelligente nel sistema elettronico. Non sono tantissimi gli automobilisti “fan” di questa modalità, poiché le auto con il cambio automatico risentono a volte negativamente del cambio di prestazioni.
 
Tuttavia, è solo una questione di abitudine: se si impara a guidare essendo consapevoli dei propri sprechi diventerà tutto più facile e risparmiare sulla benzina sarà una promessa quotidiana. Ecco quindi cosa evitare assolutamente di fare al volate. Prima di tutto, accelerare e decelerare bruscamente: non è piacevole per i passeggeri e nemmeno per il portafogli, poiché queste azioni sprecano moltissimo carburante.
 
Stesso discorso vale quando si aspetta troppo per cambiare marcia e si lascia girare il motore ad alti regimi: frenare e ripartire in modo progressivo, soprattutto in città dove è possibile trovare molti semafori e stop, è sicuramente la base del vademecum per la guida eco!  E i vantaggi che derivano da questi piccolissimi accorgimenti sono tanti.
 
Prima di tutto, una guida consapevole aiuta a diminuire l’impatto nocivo sull’ambiente e migliora sensibilmente la qualità del viaggio, soprattutto ora che per l’estate ci aspettano lunghe traversate e prevedibilmente lunghe code.
Anche il modo con cui carichiamo i bagagli in auto può aiutarci a risparmiare sulla benzina: i colli sui portapacchi aumentano la resistenza dell’auto, che dovrà consumare di più per mantenere la velocità costante. Lo stesso succede quando si aprono i finestrini a medie e alte velocità, ma questo non deve convincere ad usare il climatizzatore al massimo, poiché non fa bene né alla nostra salute né al portafoglio.  

Articolo pubblicato il 05 giugno 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus