Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Smartphone Android oppure iOs? Si sceglie anche in base alla sicurezza
di Jessica Marzella

Scegliere uno smartphone Android o con sistema operativo iOs non è solo una questione di gusti: bisogna fare attenzione anche alla vulnerabilità di questi sistemi

Tags: Smartphone, Android, IOs, Sistema Operativo



Lo smartphone ormai è uno strumento indispensabile e anche avere gli ultimi modelli, quelli più costosi e tecnologici, è possibile per moltissimi: basta approfittare di una delle numerose offerte di Vodafone, Wind, Tim e così via che permettono di includere i migliori smartphone in un piano tariffario, pagando il device a rate.
 
I due sistemi operativi più diffusi sono sicuramente Android e iOs: il primo utilizzato soprattutto dagli smartphone Samsung, il secondo proprio degli iPhone. Spesso la scelta dei consumatori è influenzata principalmente da estetica e gusti personali, mentre pochi fanno attenzione alla sicurezza che questi sistemi possono garantire.
Proprio su questo tema verte l’ultima ricerca del Dipartimento di sicurezza nazionale e del Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti. Secondo i dati emersi, lo 0,7% dei malware per dispositivi ha riguardato iOs, mentre ben il 79% è rivolto contro Android.
 
Dire però che il primo sia più sicuro del secondo è affrettato.
La maggior parte delle minacce agli smartphone, infatti, deriva dalle app: scaricando un gioco dal market di Android, quindi, si rischia di incorrere in violazioni della propria privacy. Per ovviare a questo problema, Android aveva introdotto Bouncer, un sistema che controllava automaticamente le app inserite nel market, ma che ha avuto scarso successo.
 
Le app su iOs Store, invece, risultano più sicure perché devono passare per un processo di approvazione lungo e complesso, che rende praticamente impossibile agli hacker introdursi nella piattaforma.
Apple risulta più sicuro anche se valutiamo le app che richiedono permessi speciali di accesso alcune funzioni, come la rubrica e la geolocalizzazione. Infatti quando l’app chiede di accedere a queste funzioni, iOs apre una finestra nello schermo dello smartphone per chiedere il permesso dell’utente e l’utente può rifiutare senza per questo non poter utilizzare l’app.
Su Android, invece, l’utente si trova ad un bivio obbligato: concedere i permessi richiesti oppure essere costretto a disinstallare l’app inutilizzabile.
 
Android, però, su un punto batte Apple: tutti i contenuti di tablet e smartphone, infatti sono protetti da un sistema di crittografia avanzata, per cui, se anche l’hacker accedesse alle informazioni personali dell’utente, non potrebbe leggerle. Questo sistema di crittografia, meglio conosciuto come Knox, si integra a tutto il dispositivo, proteggendo il sistema operativo anche dopo gli aggiornamenti. Per ora questa funzione è una prerogativa di Samsung, ma potrebbe essere estesa a tutti i device Android, mentre Apple ne è sprovvista.
 
Insomma, è vero che Apple tuttora garantisce un sistema più stabile e sicuro, ma Google è davvero vicino a raggiungere gli standard del rivale. 

Articolo pubblicato il 10 giugno 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus