Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Caltanissetta - La Giunta Ruvolo già al lavoro
di Annalisa Giunta

Assegnate le deleghe ai membri dell’esecutivo, escluse quelle che il primo cittadino ha tenuto per sé. Marina Castiglione è il secondo vice sindaco donna nella storia del capoluogo

Tags: Marina Castiglione, Fiorella Falci, Caltanissetta, Giovanni Ruvolo



CALTANISSETTA – È il secondo vice sindaco donna nella storia del Comune capoluogo - la prima fu Fiorella Falci e vi rimase per tutto il secondo mandato Messana – e così come chi l’ha preceduta in questo prestigioso incarico Marina Castiglione, 48 anni, si occuperà di Cultura e farà le veci del primo cittadino in tutte le occasioni ufficiali. Laureata in lettere moderne, docente di dialettologia alla facoltà di Scienze umanistiche di Palermo, una delle prime fondatrici del Polo civico, il nuovo vice sindaco nell’ambito della sua delega Creatività e cultura si occuperà di promozione della città, cultura e gemellaggi, beni culturali, ambientali e museali, gestione di spazi culturali, scuola, università e centri di ricerca, comunicazione; sport e tempo libero.

Una notizia, quella dell’investitura di vice sindaco della Castiglione, che l’81° sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo - che aveva già individuato le deleghe per i suoi assessori - ha voluto rendere ufficiale il giorno del passaggio di consegne a Palazzo del Carmine. Marina Castiglione ha sottolineato di provare “un grande senso di responsabilità e onore nel servire una cittadinanza e una città che hanno bisogno di essere accudite, probabilmente con uno stile diverso nel senso della partecipazione e della coralità”.

Sulla scelta del sindaco di affidare questo ruolo a una donna ha poi aggiunto: “Credo che le donne, non solo nel mio caso specifico ma in generale anche in Consiglio comunale, siano più rappresentate rispetto al passato e credo che questo possa dare un nuovo volto all’amministrazione”.

“Mi piacerebbe – ha aggiunto soffermandosi sulle specifiche responsabilità derivanti dalla sua delega - lavorare su progetti specifici che possano dare un orientamento culturale ed educativo alla cittadinanza. L’identità mineraria, per quanto ormai sepolta, ritengo possa essere uno dei volani su cui poggiare dei progetti con l’aiuto dell’Ufficio Europa”.

Per quanto riguarda le altre deleghe il sindaco Ruvolo, che ha deciso di occuparsi dell’Attuazione del programma e della Verifica della qualità amministrativa, ha deciso di affidare la Vivibilità e viabilità (Assetto urbano e mobilità, Lavori pubblici ed edilizia, Ambiente, Protezione civile e tutela degli animali, Politiche energetiche e Polizia municipale) ad Amedeo Alberto Falci, 59 anni, ingegnere urbanista in quota Pd.

A Pietro Andrea Cavaleri, 54 anni psicologo, dirigente del Consultorio familiare ed esperto nel terzo settore, in quota Polo civico, la delega ai Servizi sociali e multiculturalità (Politiche familiari e giovanili, Servizi socio-sanitari, Interventi multiculturali e Rapporti con i quartieri).

Delega ai Beni finanziari e patrimoniali (Finanze, Bilancio, Tributi, Affari legali, Appalti e contratti, Patrimonio) invece per Liborio Paolo Pastorello, detto Boris, 45 anni, avvocato penalista e primo dei non eletti del Polo civico.

Massimiliano Centorbi, 41 anni, in quota Udc, avvocato e membro dell’Ufficio legale dell’Asp di Caltanissetta, si occuperà delle Relazioni istituzionali (Segreteria del sindaco, Rapporti con il Consiglio comunale, Organizzazione del personale, Snellimento atti amministrativi, Partecipazioni in società e organismi).

Delega all’Innovazione e allo Sviluppo economico (Sviluppo economico e Attività produttive, Progettazione Fondi europei, Ufficio unico per le imprese, Turismo, fiere e mostre, Innovazione tecnologica) infine per Luigi Zagarrio, 44 anni, dirigente della Coldiretti in quota Udc.

Articolo pubblicato il 17 giugno 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus