Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Fondi europei: la Regione rischia di perdere 511 mln, fallito il target spesa di maggio
di Redazione

Relazione del dirigente della Programmazione, Vincenzo Falgares, alla Commissione Bilancio dell'Ars. Si devono ancora spendere 2,2 mld entro il 2015. E spunta un "buco" di 511 mln

Tags: Regione Siciliana, Fondi Europei, Ritardo, Bilancio, Ars, Perdita, Target Fesr, Milioni, Miliardi



PALERMO – Tanto per cambiare la Sicilia rischia di perdere 511 milioni di euro di fondi Ue. A fornire il dato è stato il dirigente del dipartimento programmazione della Regione, Vincenzo Falgares, ascoltato stamani in audizione dalla commissione Bilancio dell'Ars. Ma a parte i fondi "in aria rischio", la Regione deve ancora spendere 2,2 miliardi: 865,5 mln entro la fine di quest'anno e 1,34 miliardi nel 2015.
 
Rispetto alla dotazione di 4,36 mld del Po-Fesr, la spesa certificata a fine del 2013 è stata di 1,64 mld; restano da certificare 2,719 mld mentre la spesa programmata, da qui a fine 2015, è pari a 2,2 mld dunque con un "buco" di 511 mln. Inoltre, la Regione ha messo in atto manovre correttive per accelerare la spesa nel 2013 e alcune in corso per 1,366 mld.
 
Non solo. La Regione ha fallito il target fissato per il mese di maggio 2014 per la spesa dei fondi del Fesr 2007-2014: all'appello mancano circa 30,5 milioni di euro. Attività produttive e Beni culturali sono i due settori più indietro rispetto al target di maggio, con una cifra rispettivamente pari a -12,8 e - 11 milioni; unico dato con segno positivo riguarda l'Ambiente che ha superato il target di 453 mila euro.

Articolo pubblicato il 17 giugno 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus