Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Consiglio comunale, tutti i nomi di chi diserta spesso le sedute
di Melania Tanteri

Le assemblee sono di frequente andate a vuoto a causa del mancato raggiungimento del numero legale. Nel 2014 l’assise civica si è riunita 15 volte, ma c’è chi ha partecipato solo 5 volte

Tags: Catania, Enzo Bianco



CATANIA - Per qualcuno non è di certo lusinghiera la classifica che immortala le presenze dei consiglieri comunali. A un anno, o poco meno, dall’insediamento del Consiglio comunale eletto con il sindaco Enzo Bianco, infatti, è già possibile tirare le prime somme dell’attività dei rappresentanti dell’assemblea cittadina che, come hanno dimostrato le recenti sedute andate a vuoto per mancanza del numero legale, non sempre partecipano all’attività amministrativa.

Un problema, evidenziato più di una volta dai rappresentanti della minoranza la cui presenza, in più di un’occasione, ha permesso a importanti delibere di essere approvate, consentendo all’amministrazione di raggiungere importanti traguardi. Ma veniamo alla classifica sulle presenze dei consiglieri comunali in questo primo anno – i dati sono calcolati per il 2014, fino al 31 maggio - che mostra come, di fronte a esponenti politici che difficilmente rinunciano a partecipare al Consiglio, ce ne siano altri che proprio non si fanno mai vedere, o quasi. È il caso di Rosario Gelsomino (il Megafono), che tra l’altro è presidente della commissione Urbanistica, e di Maurizio Mirenda (Grande Catania), entrambi riconfermati a Palazzo degli Elefanti con le elezioni di giugno 2013. Il primo ha partecipato a 5 sedute su 15; il secondo a 6.

Non va meglio per Santi Bosco (Fi), Beatrice Viscuso e Ludovico Balsamo (Articolo 4) o Francesco Petrina (Con Bianco per Catania), presenti nel 2014 appena 7 volte, o per Alessandro Messina (Misto), Vincenzo Parisi (Grande Catania), Lanfranco Zappalà (Pd) o Salvatore Spadaro (Misto), che hanno partecipato a 8 sedute nell’anno in corso.

“Non basta guardare le presenze – evidenzia Agatino Lanzafame (Con Bianco per Catania), uno dei più assidui frequentatori dell’assemblea civica – ma anche alla produzione, agli interventi, all’attività politica”.

Tra i più presenti, per quanto riguarda la maggioranza, oltre a Lanzafame, spicca la presidente del Consiglio comunale, Francesca Raciti, 15 presenze su 15 sedute, che già nella scorsa consiliatura si era caratterizzata per la presenza piuttosto costante, il vicepresidente vicario, Sebastiano Arcidiacono, Niccolò Notarbartolo, Alessandro Porto, capogruppo di Con Bianco per Catania, e, per l’opposizione, Agatino Tringale.

Insomma, dati alla mano, i più diligenti e assidui frequentatori di Palazzo degli Elefanti sembrano i rappresentanti delle minoranza. Dato che diventa ancora più evidente se, ad essere confrontate, sono le presenze per gruppi consiliari: il più attivo è quello di Area centrodestra.

Articolo pubblicato il 18 giugno 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus